Giovanni Legnini nominato commissario per la ricostruzione

 “In considerazione della proroga dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria ed Abruzzo dal 24 agosto 2016”, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte “ha nominato, in data odierna, con proprio decreto, l’avv. Giovanni Legnini Commissario straordinario per la ricostruzione”. E’ quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi. L’incarico durera’ fino alla fine 2020

“L’incarico affidato a Legnini, che decorre da oggi e dura fino al 31 dicembre 2020, era stato precedentemente svolto dal prof. Piero Farabollini, a cui vanno i ringraziamenti della Presidenza del Consiglio per il lavoro svolto”, si legge ancora nella nota.

Nel Consiglio regionale d’Abruzzo al posto di Legnini, gia’ vicepresidente del Consiglio superiore della Magistratura, entra Pierpaolo Pietrucci, primo dei non eletti nel Pd nel collegio dell’Aquila

“Ringrazio il presidente del Consiglio Conte e tutto il governo per la fiducia accordatami con la nomina a Commissario straordinario alla ricostruzione per il terremoto per il Centro Italia”. Lo afferma in una nota Giovanni Legnini. “Sono consapevole della grande rilevanza della sfida che mi attende e – prosegue Legnini – della complessita’ dei problemi da affrontare, con l’urgenza e la risolutezza che i cittadini e i sindaci da tempo richiedono alle istituzioni. Spendero’ tutte le mie energie per far si’ che la ricostruzione del centro Italia assuma la velocita’ necessaria per consentire alle comunita’ di risollevarsi e lo faro’ con lo spirito di doverosa e massima collaborazione con il governo e il Parlamento, con i presidenti delle Regioni e i sindaci, con la struttura commissariale e i rappresentanti dei cittadini, dei professionisti e delle imprese”. 

“Prendo atto che finalmente, a poche ore dalla scadenza della proroga, il Governo ha deciso di nominare un nuovo Commissario alla ricostruzione del sisma 2016/17 nella persona di Giovanni Legnini, al quale formulo gli auguri di buon lavoro”. Cosi’ ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio. “La scelta di nominare un quarto Commissario in meno di quattro anni – prosegue Marsilio – e’ indicativa delle difficolta’ con le quali e’ stata affrontata la ricostruzione nel cratere dell’Italia centrale: non vorrei che la mancata conferma dell’incarico a Piero Farabollini suonasse solo come una ‘bocciatura’ della persona, nascondendo sotto il tappeto la ‘polvere’ dell’incapacita’ dei governi e dei parlamenti che si sono succeduti a offrire risposte concrete ed efficaci ai territori colpiti dal sisma, tuttora impantanati in una infernale macchina burocratico-amministrativa. A poco servira’ avere un nuovo Commissario se non sara’ accompagnato da uno sforzo convinto e deciso del Governo nel fornirgli gli strumenti normativi e le risorse umane e strumentali indispensabili per una vera svolta, come chiedono inascoltate da anni le Regioni, le Province e i Comuni all’unisono”.

“Per la Regione Abruzzo, confrontarsi con un Commissario del proprio territorio – sottolinea Marsilio – puo’ rappresentare un’opportunita’ di maggiore ascolto e sensibilita’ per affrontare il tema – delicatissimo – del ‘riequilibrio’ dei pesi della ricostruzione, che vedono da tre anni l’Abruzzo penalizzato da una quota del 10% largamente inferiore ai dati e ai fabbisogni reali: sottoporro’ subito a Legnini questo tema, con il dovuto equilibrio e la necessaria fermezza, sperando che i rappresentanti delle altre Regioni non vogliano insistere nel mantenere una ripartizione iniqua e ingiustificata, e che Legnini stesso non si faccia ‘condizionare in negativo’ dalla sua appartenenza territoriale nel timore di non apparire super partes di fronte agli altri territori. La Regione Abruzzo – conclude Marsilio – continuera’ a offrire piena e leale collaborazione istituzionale al Commissario che, ne sono certo, sapra’ spogliarsi del suo ruolo di leader politico e di partito per mettersi a sua volta al servizio del territorio e dei cittadini che attendono risposte che non possono piu’ tardare”.

‘La nomina di Giovanni Legnini quale Commissario alla ricostruzione per il centro Italia è di certo una buona notizia, perché l’Abruzzo e le altre regioni colpite dal sisma avranno a propria disposizione l’esperienza e la competenza di un uomo delle istituzioni che, al contempo, è vicino alle comunità”. Lo afferma Silvio Paolucci, Capogruppo Consiliare del Partito Democratico del Consiglio Regionale dell’Abruzzo. “Sono certo che Giovanni saprà dare il meglio in un ruolo che è anche una sfida importante e delicata, come ha fatto fino ad oggi ai massimi vertici dello Stato e sugli scranni del Consiglio Regionale, sia come consigliere che come presidente della Commissione d’inchiesta sulla discarica di Bussi. – conclude Paolucci – A lui il più sincero e grande in bocca al lupo per il lavoro che lo aspetta e la massima collaborazione perché possa fare da speciale motore alla ricostruzione di tutti i territori colpiti dal sisma e che hanno diritto a rialzarsi del tutto”. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Il Parco Nazionale della Maiella approva il programma “Parchi per il clima 2020” finanziando 2,5 milioni di euro per 13 progetti dei propri Comuni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *