Istat, vendite al dettaglio in aumento dello 0,8 per cento a novembre

A novembre 2022 si stima un aumento congiunturale per le vendite al dettaglio (+0,8 per cento in valore e +0,4 per cento in volume). Lo rende noto l’Istat. Le vendite dei beni alimentari crescono in valore (+0,6 per cento) e restano stazionarie in volume mentre quelle dei beni non alimentari registrano una variazione positiva in valore e in volume (rispettivamente +1,0 per cento e +0,7 per cento). “A novembre, rispetto al mese precedente – spiega l’Istat – si registra una crescita delle vendite al dettaglio sia in valore sia in volume. Su base tendenziale, invece, continua a manifestarsi la dinamica gia’ evidenziata nei cinque mesi precedenti: a una crescita ancora sostenuta delle vendite in valore si contrappone una marcata flessione dei volumi, dovuta soprattutto all’andamento delle vendite dei beni alimentari. Tutte le forme distributive registrano variazioni positive, in particolar modo la grande distribuzione e il commercio elettronico”.  Nel trimestre settembre-novembre 2022, in termini congiunturali, le vendite al dettaglio crescono in valore (+0,8 per cento) e calano in volume (-1,4 per cento). Le vendite dei beni alimentari sono in aumento in valore (+1,0 per cento) e diminuiscono in volume (-2,3 per cento) cosi’ come quelle dei beni non alimentari (+0,7 per cento in valore e -0,5 per cento in volume). Su base tendenziale, a novembre 2022, le vendite al dettaglio aumentano del 4,4 per cento in valore e registrano un calo in volume (-3,6 per cento). Le vendite dei beni alimentari crescono in valore (+6,6 per cento) e diminuiscono in volume (-6,3 per cento). Anche per le vendite dei beni non alimentari si registra un aumento in valore e una diminuzione in volume (rispettivamente +2,9 per cento e -1,8 per cento). Per quanto riguarda i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali positive per tutti i gruppi di prodotti ad eccezione di Elettrodomestici, radio, tv e registratori (-2,3 per cento). L’aumento maggiore riguarda Prodotti di profumeria, cura della persona (+7,6 per cento). Rispetto a novembre 2021, il valore delle vendite al dettaglio e’ in crescita, seppure in maniera differenziata, per tutte le forme di vendita: la grande distribuzione (+7,0 per cento) le imprese operanti su piccole superfici (+1,8 per cento), le vendite al di fuori dei negozi (+1,2 per cento) e il commercio elettronico (+4,7 per cento).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Frode fiscale da 12 milioni, l’inchiesta tocca anche l’Abruzzo

La guardia di finanza di Terni ha effettuato sequestri per un totale di 12 milioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *