L’Abruzzo abbraccia il Giro d’Italia e si tinge di rosa

Sale la febbre per il via al 106mo Giro d’Italia di ciclismo che scatterà oggi alle 13.50 in Abruzzo con la cronometro Fossacesia Marina-Ortona Costa dei Trabocchi Tudor ITT (19,6 km) e si concluderà il 28 maggio ai Fori Imperiali a Roma. Ieri è stato annunciato l’elenco dei 176 corridori che si daranno battaglia lungo l’arco delle 21 tappe. Sarà una corsa rosa con grandi nomi sia per quanto riguarda i favoriti per la classifica finale sia per i cacciatori di tappe e velocisti. La sfida principale riguarda quella per la conquista della Maglia Rosa che vede tra i favoriti il campione del mondo il belga Remco Evenepoel, vincitore quest’anno di UAE Tour e Liegi-Bastogne-Liegi, e lo sloveno Primoz Roglic, Maglia Azzurra dell’ultima Tirreno-Adriatico. Sono tanti gli uomini che vorranno scrivere il loro nome sul Trofeo Senza Fine. L’unico ad esserci riuscito, tra i 176 partenti di quest’anno, è Tao Geoghegan Hart (nel 2020), di recente vincitore del Tour of The Alps. Il britannico condividerà la leadership in casa Ineos Grenadiers con il vincitore del Tour de France del 2018 Geraint Thomas. Ma sono diversi i grandi nomi al via del Giro: João Almeida, Damiano Caruso, Alexsandr Vlasov, Hugh Carthy e Rigoberto Uran. Una menzione speciale merita il francese Thibaut Pinot, al via del suo ultimo Giro d’Italia. Tra i velocisti che hanno come grande obiettivo la Maglia Ciclamino, uno dei favoriti è Mark Cavendish, il corridore in attività con più successi al Giro (sono ben 16). Tra i suoi rivali ci saranno Mads Pedersen, Campione del Mondo 2019, Pascal Ackermann e Fernando Gaviria. Di primissimo piano il parterre dei cronoman al via con l’italiano Filippo Ganna che sfiderà già domani un avversario del calibro di Stefan Küng. Non ci sarà lo sloveno Jan Tratnik della Jumbo Visma che questa mattina lungo le strade del pescarese è rimasto leggermente ferito in un incidente stradale nel corso dell’allenamento; sarà invece regolarmente al via il francese Rudy Molard della Groupama FDJ, anche lui rimasto coinvolto in un incidente stradale, senza conseguenze, durante l’allenamento. Il Giro resterà in Abruzzo anche domani per la seconda tappa, la Teramo-San Salvo di 202 km. La carovana rosa poi tornerà in Abruzzo il 12 maggio per la Capua-Gran Sasso d’Italia, con arrivo a Campo Imperatore nella prima frazione che potrebbe già dire più di qualcosa sulla vittoria finale. Alla vigilia della partenza del Giro d’Italia in Abruzzo il campione di ciclismo Francesco Moser, accompagnato da Stefano Garzelli – vincitore del Giro nel 2000 – e dall’ex ct della nazionale italiana di ciclismo Davide Cassani, ha inaugurato ad Avezzano la statua di bronzo del ciclista Vito Taccone, noto con il soprannome di ‘Camoscio d’Abruzzo’; la statua, ricollocata dopo un restauro, era stata danneggiata nel 2014 e poi rimasta per anni nel seminterrato del Palazzo municipale.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Omicidio del 16enne nel parco a Pescara, fermati due giovani

Si chiama Thomas Christopher Luciani, 16 anni, il ragazzo ucciso ieri sera, a coltellate, nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *