Lavoro, le imprese cercano diplomati Its Academy

Le imprese cercano diplomati Its Academy . I numeri però sono ancora bassi. Nel 2022 le aziende infatti hanno cercato quasi 52mila persone uscite da un percorso Its, scontrandosi però con numeri in lenta crescita. Sono stati solo 5.280 i diplomati Its nel 2020, mentre complessivamente sono circa 20mila a partire dal 2013. E’ quanto emerge dall’indagine del Sistema informativo Excelsior, realizzato in collaborazione con Anpal, in cui si sottolinea infatti che le imprese lamentano una difficoltà di reperimento del 56%.Gli Its Academy – percorsi terziari di specializzazione tecnica e professionalizzante – sono stati recentemente oggetto di un’importante riforma nell’ambito del Pnrr, e consistono in un modello formativo co-progettato in stretto raccordo tra mondo della formazione e imprese, per mettere i giovani a diretto contatto con le filiere produttive più avanzate. Hanno una durata di 2 o 3 anni, sono caratterizzati da una forte componente di esperienza in azienda (il 30% delle ore di formazione deve essere svolto in stage), e in piu’ dell’80% dei casi assicurano una occupazione a un anno dalla conclusione del percorso formativo. I dati Excelsior mostrano che il Nord Ovest, con il 37% delle entrate previste, e’ l’area del Paese che esprime la maggior richiesta di diplomati Its Academy, seguito dal Nord Est con 23%, dal Centro con il 21% e dal Mezzogiorno con il 19%. Tra le regioni, spiccano soprattutto la Lombardia, con una richiesta di 13.700 entrate previste, seguita da Lazio con 6.200 entrate, Veneto 5.300, Emilia-Romagna 4.600 e Piemonte con 4.300. I diplomati Its Academy sono richiesti trasversalmente in tutti i settori, ma soprattutto in quelli legati al comparto industriale (18.550 richieste) e dei servizi alle imprese (17.850 entrate). La meccanica rimane di gran lunga l’ambito in cui c’è più richiesta di diplomati ITS Academy: con circa 14.300 entrate previste rappresenta un terzo del totale complessivo di circa 51.600 richieste. A seguire le 8.000 richieste del settore della comunicazione e dello sviluppo di sistemi software. I profili con alta difficoltà di reperimento sul mercato sono quelli dell’area elettronica, informatica e meccanica. Tra questi, i più difficili da trovare sono i Tecnici elettronici (difficoltà di reperimento al 74,6% delle entrate programmate nel 2022), i Progettisti e amministratori di sistemi e gli Analisti e progettisti di software (64,6%), gli Elettricisti nelle costruzioni civii (63,5%), gli Attrezzisti di macchine utensii (61,7%).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Immobiliare, compravendite in aumento dell’8 per cento su base congiunturale

Nel III trimestre 2023 sono 210.088 le convenzioni notarili di compravendita e le altre convenzioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *