Lolli: possibile insediamento Zte a L’Aquila

 “Con l’incontro di oggi si e’ fatto un importante passo avanti sulla possibilita’ che il Centro di Ricerca europeo del colosso cinese della telefonia e degli apparati di comunicazione ZTE, possa insediarsi a L’Aquila”. Cosi’ il vicepresidente della giunta regionale Giovanni Lolli, al termine della visita nel capoluogo di regione dei rappresentanti di ZTE, azienda cinese leader nella telefonia e negli apparati di comunicazione. L’incontro, al quale si e’ giunti dopo contatti che vanno avanti da diversi mesi, e’ servito “a verificare le condizioni affinche’ questa azienda collochi il suo Centro di Ricerca europeo nel capoluogo regionale”. L’eventuale insediamento del centro prevederebbe nuovi posti di lavoro: secondo quanto si e’ appreso, gradualmente si arriverebbe a 200 assunzioni. Il colosso cinese si e’ aggiudicato una commessa di circa un miliardo per la nuova rete di Wind 3. “Ci sono, come e’ facilmente comprensibile, ulteriori verifiche e approfondimenti da fare, ma siamo fiduciosi – ha continuato Lolli – che nei prossimi giorni si possa annunciare un esito positivo di questo importante insediamento. Vista l’importanza strategica del progetto, e’ coinvolto anche il governo italiano”. Lolli ha fatto il punto anche “sugli eventuali strumenti di programmazione e di sostegno finanziario che possono favorire l’investimento”. In particolare, ZTE ha verificato sul campo e dai diretti interlocutori istituzionali le condizioni in relazione al progetto. sugli eventuali strumenti di programmazione e di sostegno finanziario che possono favorire il loro investimento. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

L’occupazione in Abruzzo subisce un tracollo del 6,5 per cento nel primo semestre 2022

Tra il IV trimestre 2021 e il II trimestre 2022, gli occupati subiscono una flessione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.