Maltempo, l’aggiornamento della situazione in Abruzzo

Cresce il numero di comuni che hanno deciso per la sospensione delle attivita’ didattiche di ogni ordine e grado da lunedì 26. Chiuse le scuole nei quattro capoluoghi di regione. Sospesa l’attivita’ didattica anche nei tre atenei. Anche a Teramo, dopo L’Aquila, Pescara e Chieti, il commissario prefettizio ha deciso per domani di sospendere le attivita’ didattiche. Nei maggiori comuni abruzzesi, gli studenti resteranno a casa domani e anche, in alcuni casi, martedi’, in provincia di Pescara a Montesilvano, scuole chiuse anche a Città Sant’Angelo (oggi e domani), Rosciano, Cugnoli, Torre de’ Passeri e Scafa (solo oggi), poi Penne, Spoltore, Pianella e Castiglione a Casauria (oggi e domani), Civitella Casanova, Carpineto della Nora, Civitaquana, Cugnoli, Farindola, Montebello di Bertona, Moscufo, Nocciano, Torre de’ Passeri.

In provincia di Teramo attivita’ scolastiche sospese, oltre che nel capoluogo, anche a Giulianova, Atri, Roseto degli Abruzzi, Isola del Gran Sasso, Castelli. In provincia di Chieti, scuole chiuse per il momento a Vasto, Francavilla, Lanciano, Fossacesia, Santa Maria Imbaro, San Giovanni Teatino, Atessa, Guardiagrele, Casalbordino, Casalanguida. 

In provincia dell’Aquila niente lezioni a  ad Avezzano, Lucoli, Barisciano, Pianella, Poggio Picenze, San Pio delle Camere, San Demetrio ne’ Vestini, Fossa, Cerchio, Aielli, Morino e Civita d’Antino. 

Strada Parchi spa, concessionaria delle autostrade A24 e A25 che collegano l’Abruzzo e il Lazio, comunica che il divieto di transito dei mezzi superiori a 7,5 tonnellate deciso dalle prefetture dell’Aquila e Teramo per l’ondata di maltempo in atto, scattera’ da questa sera alle ore 22. Proseguira’ – fanno sapere i dirigenti della Spa – per tutta la giornata di domani (lunedì) e comunque fino al rientro dell’allerta meteo

 

*******

Dalle prime ore di questa mattina precipitazioni nevose diffuse in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Abruzzo ma al momento non si registrano significative difficolta’ di circolazione sulla grande viabilita’ del Paese. Lo riferisce Viabilita’ Italia, che sta seguendo l’evolvere della situazione meteorologica. Ma e’ da segnalare che diverse Prefetture – Bologna, Ferrara, Parma, Rimini, Modena, Piacenza, Forli’-Cesena, Firenze, Prato, Arezzo, Ancona, Perugia, Salerno, Avellino, Campobasso, Foggia, Bari, Barletta-Andria-Trani – hanno deciso di far sospendere la circolazione dei mezzi pesanti dalla serata odierna in relazione alla gravita’ delle condizioni meteorologiche attese in quelle o nelle province vicine a causa delle perturbazione siberiana che sta raggiungendo l’Italia con repentina diminuzione delle temperature insieme a precipitazioni nevose.

Le attese nevicate sono in atto a quote di pianura al nord Italia e sulle Marche, con quantitativi piu’ significativi sulla fascia collinare ed appenninica emiliana, sul basso Piemonte e sulle zone adriatiche del centro. Sul resto del centro-sud si prevedono condizioni di tempo generalmente perturbato, con quota-neve che, sulla fascia fra Toscana centro-settentrionale, Umbria e Abruzzo, calera’ progressivamente fino a quote di pianura entro il pomeriggio, mentre sul resto del centro e su Campania, Basilicata e Puglia centro-settentrionale, la quota-neve, pure in calo, si fermera’ a livelli collinari, con possibili sconfinamenti a quote pianeggianti tra la tarda serata e la notte successiva. Sul resto del Meridione neve a quote piu’ alte, con apporti al suolo moderati. Le temperature sono segnalate in marcata diminuzione, specie nei valori pomeridiani e serali, sulle regioni del nord e sulle centrali adriatiche. Per domani si prevedono ancora nevicate fino al livello del mare in Romagna e tempo prevalentemente asciutto sul resto del nord Italia ma clima gelido, con temperature in pianura che scenderanno fra i -5 e i -10 e massime diurne che difficilmente supereranno lo zero; valori naturalmente molto piu’ rigidi, con punte di gelo particolarmente intenso, nelle localita’ in quota. Al centro Italia nevicate fino al livello del mare su Umbria, Marche, Abruzzo e Molise e sui settori orientali e meridionali del Lazio. Neve a quote collinari anche sulla Sardegna, specie sul settore settentrionale. Temperature in generale e spiccato calo, piu’ marcato sulle regioni adriatiche. Al sud Italia, neve a tutte le quote sui settori settentrionali e orientali della Campania, sulla Puglia garganica e sulla Basilicata settentrionale, a quote basso-collinari sul resto della Basilicata e della Puglia, a quote alto-collinari sulla Calabria, a quote superiori sulla Sicilia. Temperature in decisa diminuzione sulla Puglia

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coronavirus, sono 5.919 i casi positivi al Covid-19 registrati tra il 19 e il 25 novembre

Sono 5.919 i casi positivi al Covid-19 registrati tra il 19 e il 25 novembre. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *