Marche e Abruzzo in fondo alla classifica della spesa Fesr e Fse

Marche e Abruzzo sono in fondo alla classifica della spesa rispettivamente del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) e del Fondo sociale europeo (Fse). E’ quanto emerge dagli ultimi dati pubblicati dall’Agenzia per la Coesione territoriale sui programmi operativi regionali 2014-2020, aggiornati al 30 giugno. Le Marche sono l’ultima regione in Italia per percentuale di spesa del Fesr (20,57 per cento), avendo certificato solo 120,4 milioni dei 585,4 a disposizione, seguita dall’Abruzzo (22,79 per cento), che ha certificato 61,9 milioni su un totale di 271,5, e dall’Umbria (23,19 per cento). A far registrare le migliori performance in Italia sul Fesr sono invece state Emilia-Romagna (52,32 per cento), Friuli-Venezia Giulia (45,61 per cento) e Toscana (40,24 per cento).

Per quanto riguarda il Fse, in fondo alla classifica troviamo invece l’Abruzzo, che ha certificato la spesa di 30,6 milioni sui 142,5 a disposizione (21,47 per cento). A seguire Sicilia (23,35 per cento) e Campania (24,76 per cento). A fare meglio in Italia con il Fse, il Piemonte (con il 54,84 per cento della spesa certificata), l’Emilia-Romagna (48,86 per cento) e la Lombardia (43 per cento). Per quanto riguarda i programmi operativi nazionali, ad avere la maggior percentuale di spesa certificata e’ quello sull’Iniziativa occupazione giovani (42,83 per cento), seguito da Iniziativa Pmi (31,78 per cento) e governance e capacita’ istituzionale (27,22 per cento).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Turismo, l’allarme degli operatori Cna: intero comparto a rischio con le nuove restrizioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *