Wwf e Legambiente rilanciano l’allarme su Ombrina mare

Wwf e Legambiente rilanciano l’allarme di oggi del coordinamento nazionale No Triv per Ombrina Mare e, in particolare, per la proroga che la Rockhopper Italiaavrebbe chiesto per tenere attivo il permesso di ricerca (titolo minerario), la cui scadenza e’ al momento prevista per il 31 dicembre prossimo, relativo al contestatissimo pozzo, pubblicata nell’ultimo bollettino dell’Ufficio Nazionale Minerario per gli Idrocarburi e le Georisorse. “Nel luglio scorso abbiamo seguito le fasi di chiusura mineraria del pozzo “Ombrina Mare 2Dir” – affermano le associazioni aggiungendo -: manca a quanto ci risulta lo smontaggio della struttura emersa, che avrebbe dovuto essere completato entro la fine dell’anno in corso. La Rockhopper potrebbe voler guadagnare tempo per questa onerosa e impegnativa operazione. Il bollettino riferisce della pervenuta richiesta di proroga”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Consumi, a Pescara c’è deflazione e si risparmiano 22 euro all’anno per la spesa

 Rimini e Napoli sono le città italiane dove l’aumento dell’inflazione di marzo si è fatto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *