Coronavirus, sono 1017 (di età compresa tra 4 mesi e 91 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo

Sono 1017 (di età compresa tra 4 mesi e 91 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza – al netto dei riallineamenti – a 268050. Dei positivi odierni, 604 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 11 nuovi casi (di età compresa tra 49 e 104 anni, 3 in provincia di Pescara, 1 in provincia di Teramo, 1 in provincia di Chieti, 3 in provincia dell’Aquila, 3 risalenti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl) e sale a 2986.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 201019 dimessi/guariti (+499 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 64045* (+505 rispetto a ieri).

*(nel totale sono ricompresi anche 12564 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche)

312 pazienti (-12 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 13 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 63720 (+517 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 3806 tamponi molecolari (2080266 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 8155 test antigenici (2991162).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 8.50 per cento.

Del totale dei casi positivi, 57663 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+217 rispetto a ieri), 74195 in provincia di Chieti (+308), 62662 in provincia di Pescara (+225), 66165 in provincia di Teramo (+238), 3597 fuori regione (+15) e 3768 (+12) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Smart working solo per il 14 per cento degli occupati

In Italia è appena il 14,9% degli occupati che svolge parte dell’attività in smart working, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *