Assegnati i riconoscimenti del Premio Di Venanzo 2021

Si chiude la ventiseiesima edizione del Premio Di Venanzo fondato da Piero Chiarini e Sandro Melarangelo, con la giuria presieduta da Stefano Masi: sin da 1995, la città di Teramo con questa manifestazione internazionale rende omaggio ad un genio della Fotografia cinematografica che ha lavorato on i più grandi registi del suo tempo da Federico Fellini a Mario Monicelli e durante l’edizione numero 26, sul palcoscenico del Teatro Comunale di Teramo, hanno ricevuto il riconoscimento artisti di chiara fama. La serata ha visto l’omaggio al sindaco di Lampedusa Totò Martello, che riceve il Premio intitolato a Pannella, un uomo di lotta che non si è fermato di fronte a nulla. A seguire il premio al documentario “Gunda” e poi la kermesse ha visto protagonisti Massimo Popolizio, attore e regista di teatro e di cinema, protagonista di film quali “Romanzo criminale”, “Il grande sogno”, “Mio fratello è figlio unico”, “Il divo”, “La grande bellezza”. Ninetto Davoli, attore scoperto da Pier Paolo Pasolini, già a Teramo nell’edizione 2019 del Di Venanzo, sale sul palco e ha deliziato il pubblico con alcuni aneddoti legati alla sua esperienza nel film di Pasolini accanto al grande Totò.

Per la regia del suo ultimo lavoro dedicato al genio di Ennio Flaiano intitolato “Un marziano di nome Ennio”, il compositore e regista abruzzese Davide Cavuti ha ricevuto il riconoscimento per aver valorizzato “l’anima abruzzese”.

Premiate le attrici Francesca Della Ragione e Cinzia Leone, che ha portato un momento di comicità applaudita dal pubblico entusiasta le sue doti di attrice eclettica, oltre a Gaia De Laurentis, madrina della serata.

Il momento clou è stato la consegna dei riconoscimenti ai direttori della fotografia. Fra questi il compianto Carlo Di Palma, Esposimetro d’oro alla Memoria” ritirato dalla signora Adriana Chiesa Di Palma, produttrice cinematografica; a seguire, la premiazione degli Autori della fotografia cinematografica: Crystel Fournier, Hicame Alaouie e Yorgos Arvanitis. Emanuele Scaringi ha ritirato per Gherardo Gossi il Premio Speciale “Peppe Berardini” che va all’autore della fotografia di una Fiction Tv, per la serie Tv di Rai 2 “L’Alligatore” regia di Daniele Vicari e dello stesso Emanuele Scaringi. A Paolo Ferrari è stata consegnata la Targa speciale della Giuria “Marco Onorato”. La serata è stata condotta da Antonella Salvucci con la regia di Gianfranco Manetta, Bruno Chiodi al montaggio e con le scenografie di Marco Pace; al pianoforte, il maestro Franco Di Donatantonio.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

L’Abruzzo ospiterà la XIV edizione del Festival nazionale dei borghi più belli d’Italia nel 2022

L’Abruzzo ospiterà a settembre 20221 la XIV edizione del Festival nazionale dei borghi più belli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *