Docudì2020: sabato 17 proclamazione dei vincitori

Mi chiamo Altan e faccio vignette di Stefano Consiglio, il ritratto di un grande disegnatore. Documentario
In collegamento audio-video il regista

Sabato 17 ottobre 2020 PESCARA museo Colonna via Gramsci

L’Italia raccontata attraverso i disegni di un grande fumettista.

Un documentario per ricordarci che il pensiero può e deve essere espresso!

Il grande maestro Francesco Tullio Altan si racconta e viene raccontato da chi gli è vicino (la moglie, gli amici) e dai suoi personaggi che, in alcuni casi, assumono le sembianze di Angela Finocchiaro, Paolo Rossi e Stefania Sandrelli.

Un viaggio attraverso la sua vita e la sua carriera – partendo da Aquileia, dove vive e lavora – con il contributo di amici e colleghi – Paolo Rumiz, Michele Serra, Vauro, Sergio Staino e Zerocalcare – ma soprattutto attraverso i suoi personaggi, fra tutti la Pimpa e Cipputi, che nel documentario prendono vita attraverso attori in carne e ossa.

INGRESSO LIBERO. Si accede alla sala indossando la mascherina e attuando – in entrata e in uscita – il distanziamento. In sala i posti saranno distanziati.

Si consiglia la prenotazione tramite info@webacma.it

Ad organizzare #Docudì2020 – concorso di cinema è l’A.C.M.A. (Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese). Un’associazione culturale senza scopo di lucro nata nel dicembre 2000 e costituita da volontari che ha la finalità di promuovere la cultura cinematografica e multimediale. L’associazione quest’anno corona i venti anni di attività proponendo l’ottava edizione di Docudì. Undici gli appuntamenti: con film in concorso, fuori concorso e film d’Arte che saranno tutti proiettati nel museo d’arte moderna Vittoria Colonna in via Gramsci a Pescara con ingresso libero. Due i premi che saranno assegnati: “Docudì 2020” con il voto del pubblico e “Docudì sociale” che l’A.C.M.A. darà al film che avrà meglio trattato una tematica di natura sociale.

Tutti i film in concorso sono stati prodotti nel 2019 e dopo le proiezioni sono previsti incontri con gli autori e momenti di approfondimento e di dialogo con il pubblico in sala.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Progetto “LeggiAmici”, letture e biblioteche per i più piccoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *