Servizio civile universale, un anno di esperienze nel Parco

Sono i 61 volontari di Servizio civile universale (Scu), giovani tra 18 e 28 anni, impegnati da settembre 2021 a settembre 2022 in progetti del Parco Nazionale della Maiella. Grazie a questa esperienza, vissuta in 30 sedi di accoglienza (11 sedi del Parco e 19 dei Comuni aderenti), alcuni hanno ora piu’ chiara la strada da prendere, altri hanno completato gli studi, in qualche caso attinenti la tutela della biodiversita’ del Parco e la valorizzazione delle emergenze storico-culturali dell’area protetta. Si sono occupati di manutenzione del territorio, cura delle aree faunistiche del Lupo, dell’Orso, del Camoscio, del Capriolo e del Cervo e dei giardini botanici di Sant’Eufemia a Maiella e di Lama dei Peligni, dando supporto alle attivita’ veterinarie nella sede Scientifica del Parco a Caramanico Terme e nel Centro di Conservazione della Biodiversita’ Vegetale, hanno collaborato a progetti legati al GeoParco Unesco, al brigantaggio e al cammino grande di Celestino:

Il Parco della Maiella e’ il primo parco nazionale in Italia ad aver ottenuto il riconoscimento di Ente di Servizio Civile Universale, iscritto nel relativo Albo del Dipartimento per le Politiche Giovanili, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel 2020 il Parco ha ottenuto l’approvazione del suo primo Programma “Maiella, Natura e Cultura” che si articolava nei progetti “Majella, Scrigno di Biodiversita’” e “Majella, Cultura dell’accoglienza e Sviluppo Sostenibile”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Al via la rassegna Matta#Aperto col Gruppo Munedaiko

Prende il via con un concerto/performance musicale la rassegna Matta#Aperto, edizione 2024, la rassegna estiva promossa dalla rete Artisti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *