Sulmona, partito il Bimillenario Ovidiano

 Con una solenne cerimonia di apertura, questa mattina si sono aperte, con il convegno Internazionale di Studi ovidiani, le celebrazioni del Bimillenario della morte di Ovidio. Sul palco del “Maria Caniglia”, parleranno 27 illustri latinisti provenienti da tutto il mondo, fino al 6 Aprile, giorno in cui a Sulmona arrivera’ Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. A rappresentare il Governo oggi la Sottosegretaria alla Giustizia Federica Chiavaroli, presente insieme alle senatrici abruzzesi Paola Pelino e Stefania Pezzopane, all’Assessore regionale Andrea Gerosolimo, al Presidente della Fondazione Carispaq, Marco Fanfani, a molti sindaci e amministratori del territorio, in platea con autorita’ civili e militari, il popolo studentesco, insegnanti e studiosi da tutta Italia ed esponenti del mondo culturale abruzzese. A fare gli onori di casa il Sindaco di Sulmona Annamaria Casini che ha accolto, in maniera ufficiale e sentita, la delegazione romena, composta sia dai sindaci Decebal Fagadau di Costanza, citta’ gemellata con Sulmona da quasi cinquant’anni, e George Scupra di Ovidiu, “Ovidio non e’ solo di Sulmona, sua terra nati’a, ma e’ anche di Roma, in cui visse, e di Costanza, l’antica Tomi che lo accolse in esilio fino alla morte. Questo anno straordinario che stiamo inaugurando vedra’, sotto lo stesso marchio, un programma eventi integrato tra le citta’ protagoniste, con importanti iniziative” ha affermato il sindaco Casini, prima del rituale scambio di omaggi per rinsaldare l’antica amicizia nel nome di Ovidio.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Sesta edizione dei Concerti delle Abbazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *