Pescara battuto in casa dall’Udinese 3-1

Terza sconfitta consecutiva per il Pescara con Zeman in panchina e retrocessione in serie B sempre piu’ vicina. All'”Adriatico” a vincere e’ l’Udinese che con un secco 3-0 firmato Zapata, Jankto e Thereau si mette sempre piu’ al sicuro. Purtroppo per il Pescara il successo sul Genoa, maturato dopo l’avvento del boemo, si e’ rivelato solo un’illusione ai fini di poter riaccendere le speranze di salvezza. Una partita praticamente senza storia con l’Udinese che sblocca il match dopo 20′, controlla la situazione senza mai troppo rischiare e chiude i conti ad inizio ripresa. I friulani riescono cosi’ a dare continuita’ al pareggio contro la Juventus. Zeman propone il 4-3-3 con Bovo al centro della difesa preferito a Fornasier per sostituire lo squalificato Coda; tris d’attacco con Benali, Cerri e Mitrita; assenti per infortunio Bahebeck, Campagnaro, Vitturini, Pepe e Gilardino. Delneri risponde con lo stesso modulo: Angella sostituisce Felipe che non ha recuperato da un problema al polpaccio sinistro; Thereau e’ pienamente recuperato e riprende il suo posto nel tridente offensivo con De Paul e Zapata. Dopo pochi secondi dall’inizio la prima occasione del match per l’Udinese: Zapata difende il pallone a centro area e serve Hallfredsson il cui sinistro termnina alto. Nuovi problemi fisici per Stendardo, costretto a lasciare il campo dopo appena 7′ a Fornasier. Al 12′ pericoloso è il Pescara con un cross di Zampano dalla destra, con Angella che respinge propio sui piedi di Benali, la cui conclusione viene respinta dai difensori bianconeri.

Al 20′ Udinese in vantaggio: dopo un angolo corto, cross di Jankto dalla destra e perfetto stacco di testa di Zapata che indisturbato insacca; secondo gol consecutivo per il colombiano. Il Pescara prova a reagire cercando di alzare il ritmo e sfruttare la lentezza di manovra dei bianconeri. Al 33′ il Pescara va in gol su colpo di testa di Cerri che pero’ si trovava in posizione di fuorigioco; giusta la decisione di Celi; pochi secondi prima Karnezis era stato bravo a respingere il diagonale ravvicinato di Mitrita. Al 38′ torna a farsi minaccioso l’Udinese ma Bizzarri si salva in angolo su un denstro da posizione defilata di Badu. Il primo tempo si chiude con i friulani in vantaggio. Ad inizio ripresa Zeman inserisce Muntari al posto di Verre. Ma al 5′ l’Udinese raddoppia: Halfredsson batte una punizione pescando in area Jankto che con il sinistro infila Bizzarri; terzo gol per lui. Al 10′ il terzo gol bianconero: Jankto questa volta serve l’assist al rientrante The’re’au che con un tocco spiazza Bizzarri. Al 19′ ultimo cambio per Zeman con kastanos al posto di Mitrita. Delneri al 25′ inserisce Kums per Halfredsson. Al 28′ ci prova Kastanos dopo uno scambio con Cerri, buona l’iniziativa ma non la mira. Dentro anche Gabriel Silva per Thereau. Al 33′ si fa male Karnezis colpito al mignolo da Cerri neltentativo di calciare a rete: porta al giovane Scuffet, all’esordio stagionale. L’Udinese cala la tensione e il Pescara approfitta di una distrazione di Kums, in particolare Muntari che supera Scuffet con un destro deviato. Al 40′ Bizzarri salva su Jankto lanciato a rete. Il Pescara chiude in avanti ma il risultato non cambia.

“Abbiamo fatto bene nel primo tempo, nel quale non abbiamo sfruttato qualche occasione. Peccato per aver preso gol su palle da fermo, si potevano evitare, siamo stati poco attenti”. E’ l’analisi di Zdenek Zeman, allenatore del Pescara fanalino di coda in A, dopo la sconfitta casalinga contro l’Udinese. “Nel secondo tempo meglio loro all’inizio e meglio noi alla fine”, ha spiegato il tecnico boemo ai microfoni di RadioRai. “Se i tifosi potranno avere qualche soddisfazione da qui a fine stagione? Spero di sì – ha aggiunto – la squadra ci prova ma non riesce a chiudere per disattenzioni, e le disattenzioni si pagano sempre”.

PESCARA (4-3-3): Bizzarri 5.5; Zampano 5, Stendardo sv (7′ pt Fornasier 5.5), Bovo 5.5, Biraghi 5.5; Memusahj 5.5, Bruno 5, Verre 5.5 (1′ st Muntari 6); Benali 6, Cerri 5.5, Mitrita 5.5 (19′ st Kastanos 6). In panchina: Fiorillo, Crescenzi, Brugman, Muric, Cubas, Milicevic. Allenatore: Zeman 5. UDINESE (4-3-3): Karnezis 6 (33′ st Scuffet sv); Widmer 6, Angella 6, Danilo 6, Samir 6; Badu 6, Hallfredsson 6.5 (25′ st Kums), Jankto 7; De Paul 6, Zapata 6.5, Thereau 6.5 (28′ st Gabriel Silva sv). In panchina: Perisan, Perica, Matos, Ali Adnan, Heurtaux, Ewandro, Balic. Allenatore: Delneri 6. ARBITRO: Celi di Campobasso 6. RETI: 20′ pt Zapata, 5′ st Jankto, 10′ st Thereau, 38′ st Muntari. NOTE: Giornata serena, terreno in discrete condizioni. Ammoniti: Hallfredsson, Bruno, Danilo, Bovo, Gabriel Silva, De Paul. Angoli: 4-3. Recupero: 2′. 5′.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Contributo dalla Regione Abruzzo per il Trofeo Lido delle Rose di basket

Con un provvedimento finanziario, la Regione Abruzzo, su proposta dell’assessore regionale Pietro Quaresimale, ha assegnato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *