Parco Maiella. Campionati otto siti Life STREAMS per la fauna ittica

Nel mese di Agosto, lungo alcune delle più selvagge e suggestive valli fluviali del territorio dell’area protetta, 8 dei 13 siti individuati nell’ambito del progetto Life STREAMS, per la caratterizzazione degli habitat e delle popolazioni di Trota mediterranea (Salmo cettii) nel Parco, sono stati oggetto di campionamento attraverso il prelievo di campioni biologici e la raccolta di dati ambientali, essenziali per la descrizione genetica e demografica delle popolazioni della specie autoctona e per la descrizione degli habitat di acqua dolce ed il monitoraggio delle azioni di progetto.
Partiti dalla Valle dell’Orfento, lungo un tratto di 100 m dell’omonimo fiume, che dal Ponte di Caramanico Terme (PE) sale verso il ponte S. Cataldo, dove sono stati raccolti in tutto 57 individui di trota, di lunghezza variabile dai 7 ai 35 cm e con peso dai 7 ai 300 g., si è passati al fiume Alento nel comune di Serramonacesca (PE), nel quale sono stati catturati temporaneamente 41 individui di trota fario con dimensione variabile dagli 8 ai 32 cm e con un peso dai 6 ai 318 g.
Terzo sito oggetto di indagine è stato il fiume Foro, nel comune di Pretoro (CH), che ha sorpreso i tecnici del Parco e gli ittiologi incaricati: dopo un iniziale tratto di secca trovato nella parte bassa, risalendo il letto del fiume, nel tratto ricompreso all’interno dei confini del Parco, il corso d’acqua di nuovo presente con una discreta portata, ha regalato una buona presenza di trote: 59 individui, di lunghezza variabile dagli 8 ai 28 cm e con peso dai 7 ai 207 g. In questo tratto, inoltre, è stato catturato un individuo di Barbo, abitante abituale dei tratti di media e bassa quota dei nostri fiumi.
I lavori si sono spostati quindi nella parte bassa della Valle del fiume Avello, nel comune di Pennapiedimonte (CH), in un tratto limitrofo al centro abitato. Qui l’attività di campionamento ha consentito la raccolta di 12 individui di lunghezza variabile dai 10 ai 22 cm con peso compreso tra i 7 e i 108 g.
Nelle giornate appena dopo Ferragosto le attività di campionamento sono partite dal versante orientale della Majella, lungo la valle del fiume Aventino, nel Comune di Palena (CH). Purtroppo, nel tratto interessato, la presenza di trote è stata limitata. Sono stati infatti trovati solo cinque individui di trota fario di lunghezza variabile tra i 24 ed i 28 cm e peso tra i 178 e 255 g.
I campionamenti sono proseguiti verso sud – est, a cavallo tra i comuni di Montenerodomo e Pizzoferrato (CH), lungo il torrente Parello. Qui il numero di catture è stato più incoraggiante: 235 trote, di cui 211 solo in uno dei due siti campionati, di lunghezza variabile tra 4 e 25 cm, e peso tra 1 e 184 g. In questo corso d’acqua, inoltre, sono state catturate alcune trote iridee.
Infine, nella parte centrale del Parco, nel comune di Pacentro (AQ), lungo un tratto di 100 m del fiume Vella, nei pressi del Passo S. Leonardo, momentaneamente sono stati catturati 113 individui di trota fario con una lunghezza variabile tra 4 e 31 cm, e con peso tra 1 e 303 g. Ringraziamo le Guardie Ittiche Volontarie di Sulmona (AQ), presenti alle attività sul Vella.
Tutto il materiale è pronto per essere spedito presso un laboratorio specializzato per le analisi. I dati genetici da esso forniti verranno analizzati da ISPRA, mentre i dati demografici e ambientali saranno raccolti e analizzati dall’ Università degli Studi di Perugia.
Nel corso del mese di settembre verranno campionati gli ultimi 5 siti STREAMS del Parco Nazionale della Majella.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

È ora della Transizione ecologica. Rivedi lo speciale di Nuova Ecologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *