Terra dei Fuochi, dimostrato il legame tra rifiuti e patologie

Nei Comuni delle province di Napoli e Caserta interessati dallo sversamento incontrollato di rifiuti esiste una relazione causale, o di concausa, con l’insorgenza di tumori alla mammella, asma, leucemie e malformazioni congenite. La conferma in un rapporto stilato dalla Procura di Napoli Nord e dall’Istituto superiore di sanità

Nella Terra dei Fuochi, nel territorio dei Comuni delle province di Napoli e Caserta, esiste una relazione causale, o di concausa, tra lo sversamento incontrollato di rifiuti e l’insorgenza di diverse patologie, come il tumore alla mammella, l’asma, le varie forme di leucemie e le malformazioni congenite. A confermarlo è il rapporto conclusivo dei lavori dell’accordo che la Procura di Napoli Nord aveva stipulato nel giugno del 2016 con l’Istituto superiore di sanità.

Mortalità e tumori alla mammella maggiori tra le donne

ìI risultati del rapporto indicano che la mortalità e l’incidenza per tumore della mammella è significativamente maggiore tra le donne dei Comuni inclusi nella terza e quarta classe dell’indicatore di esposizione ai rifiuti (livello di rischio da rifiuti maggiore) rispetto ai comuni della prima classe, meno impattati dai rifiuti. Per quanto riguarda, invece, l’ospedalizzazione per asma nella popolazione generale, è significativamente più elevata, sia negli uomini sia nelle donne, nei comuni maggiormente impattati dai rifiuti (terza e quarta classe dell’indicatore comunale di esposizione a rifiuti).

Nati pretermine e malformazioni congenite

Il numero di nati pretermine è significativamente più elevato nei comuni della seconda, terza e quarta classe dell’indicatore, rispetto alla prima. La prevalenza di malformazioni congenite è invece più elevata nei comuni della quarta classe dell’indicatore Irc (più impattati da rifiuti), rispetto alla prima. Nei comuni della quarta classe di Irc è maggiore anche la prevalenza delle malformazioni congenite dell’apparato urinario; nella popolazione della classe di età tra 0 e 19 anni, l’incidenza di leucemie e i ricoverati per asma aumentano significativamente passando dai comuni della classe uno a quelli delle  lassi successive di Irc, con il rischio maggiore nei comuni della quarta classe, la più impattata dai rifiuti.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Giornata mondiale dell’acqua 2022

Legambiente presenta la road map con le tre priorità per una loro gestione condivisa e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.