Medici e pediatri rinunciano agli incentivi legati alla vaccinazione

I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta hanno scelto di offrire gratuitamente la vaccinazione, rinunciando sia al corrispettivo della singola prestazione sia alla quota incentivante, cosi’ come anche l’Intersindacale. E’ il senso dell’accordo sottoscritto tra la Asl Lanciano Vasto Chieti e le organizzazioni sindacali che hanno affrontato il tema dell’influenza nel contesto della stagione 2020, inevitabilmente condizionato dal Covid-19, concordando sulla necessita’ di promuovere al massimo la campagna vaccinale e auspicando per quest’anno una copertura ben piu’ massiccia del passato della popolazione target e di quella a rischio. La Fimmg ha optato per non chiedere l’attribuzione dell’incentivo, remunerando i medici che somministreranno i vaccini con la sola quota fissa. Invece Smi e Snami hanno preferito una strada diversa e preteso la quota di incentivo proposta dalla Asl, oltre alla tariffa prevista dall’accordo collettivo nazionale. Le sigle sindacali erano rappresentate da Amedeo Spinelli, segretario regionale Simpef, Umberto Muzii per Sinspe-Cipe-SIspe, Vincenzo D’Onofrio per Fimp, Ernesto Cristiano per Snami, Mauro Petrucci per Fimmg, Walter Palumbo per Intersindacale, Nadia Bozzi per Smi.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Contrasto al gioco illegale, confronto tra ADM e Guardia di Finanza

In attuazione del Protocollo d’Intesa nazionale del 2023, nella mattinata del 12 giugno, all’Ufficio dei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *