A Chieti operazione al cuore con un robot, la prima in Abruzzo

Prima persona in Abruzzo a essere operata al cuore con il robot. L’intervento, l’impianto di un bypass coronarico per il quale è stato utilizzato il robot “Da Vinci”, è stato eseguito nell’ospedale di Chieti su una donna di 66 anni dall’équipe di Umberto Benedetto, direttore del Dipartimento Cuore e della Cardiochirurgia. La donna, affetta da coronaropatia, ha superato perfettamente l’operazione e dopo tre giorni è stata dimessa.
“Intervento senza incisioni, ma piccoli fori attraverso cui vengono inseriti una piccola telecamera e tre braccia robotiche dotate di minuscoli strumenti chirurgici – sottolinea Benedetto, professore ordinario all’Università D’Annunzio -, comandate dal cardiochirurgo da remoto attraverso una consolle. I vantaggi dell’utilizzo del robot nel nostro campo sono notevoli. Innanzitutto consente una maggiore precisione del gesto chirurgico in assenza totale di ogni possibile tremore, e si usufruisce di una visione tridimensionale e ad alta risoluzione che permette di operare su immagini estremamente potenziate. A giovarne è anche il paziente, perché raggiunge un recupero psicofunzionale molto più rapido – continua Benedetto – con riduzione del dolore post operatorio e della degenza”. La cardiochirurgia dell’ospedale SS. Annunziata di Chieti è tra i pochissimi centri in Italia in grado di operare tutti i tipi di patologie cardiache, dalle malattie valvolari al bypass aorto coronarico, senza aprire il torace, con rapidità di recupero e beneficio estetico, che si traduce in benessere psicologico in assenza di quella cicatrice tipica della sternotomia che impatta pesantemente sulla sfera emotiva.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Tassi usurai fino al 450 per cento, due condanne in Appello a L’Aquila

 Tre anni di reclusione per un 55 enne e due anni per un 46enne, entrambi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *