Arrestati i rapinatori di Rolex

La squadra Mobile di Pescara ha arrestato due napoletani di 42 e 45 anni, ritenuti responsabili di due rapine di Rolex avvenute a fine 2019 anno nel capoluogo adriatico ai danni di una commercialista e di un imprenditore. I due, finiti in carcere, sono accusati di rapina aggravata e lesioni. I dettagli dell’operazione sono stati illustrati in conferenza stampa dal dirigente della Mobile, Dante Cosentino, dal suo vice, Mauro Sablone, dalla responsabile della sezione Antirapina, Cinzia Di Cintio, e dal viceispettore Giuseppe Ciufici. Due gli episodi ricostruiti, avvenuti tra ottobre e novembre scorsi a Pescara. In entrambi i casi alle vittime, rimaste ferite, sono stati strappati i Rolex dal polso. I due malviventi, a bordo di uno scooter scuro, con il volto coperto dal casco, avrebbero seguito le vittime e, dopo averle avvicinate, le avrebbero rapinate. Grazie alle immagini di videosorveglianza, gli investigatori hanno individuato lo scooter utilizzato dai due pregiudicati e successivamente sono risaliti al 42enne. I due sono finiti in carcere in esecuzione della relativa ordinanza emessa dal gip Antonella Di Carlo, su richiesta del pm Fabiana Rapino.

Di Fabio Di Bartolomeo

Controllate anche

Ricostruzione privata post-sisma 2009: nuova procedura semplificata per l’erogazione dei contributi di modesta entità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *