Asl Pescara, tecnologia EBM (Electron Beam Melting) per la realizzazione di protesi ricostruttive maxillo-facciali

Per la prima volta in Abruzzo è stata utilizzata l’innovativa tecnologia EBM (Electron Beam Melting) per la realizzazione di protesi ricostruttive maxillo-facciali. In particolare una protesi mandibolare è stata impiantata ad una giovane donna affetta da un tumore osseo mandibolare ad aggressività locale, ed una protesi zigomatica ad un ragazzo che aveva avuto un trauma facciale. Gli interventi sono stati eseguiti nell’aprile scorso dall’equipe della Chirurgia Maxillo Facciale della Asl di Pescara, diretta da Giuliano Ascani, e composta dai medici Paolo Mancini, Pasqualino Cargini, Michele Romano, Susanna Catanzaro e Giada Albani, con il supporto anestesiologico di Maria Rizzi. “In entrambi i pazienti – comunica la Asl – si è ottenuto un perfetto ripristino della simmetria e dell’armonia del volto e del cavo orale, ed un ottimale risultato estetico e funzionale apprezzabile già nei primi controlli e ad oggi stabilizzato. Le procedure – spiega – sono state realizzate grazie ad una accurata pianificazione preoperatoria in collaborazione con ingegneri biomeccanici ed attraverso simulazione virtuale computerizzata, utilizzando software progettuali di ultima generazione. Ciò ha consentito la precisa definizione delle porzioni ossee da asportare e la costruzione di protesi perfettamente simmetriche grazie alla tecnica del “mirroring” (riproduzione “a specchio” della porzione controlaterale) e realizzate con stampati 3D con tecnologia a fascio di elettroni (EBM)”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Ex patron del Gruppo Metec assolto dalle accuse di frode fiscale

Si è concluso con un’assoluzione il processo davanti al Tribunale di Pescara per frode fiscale a carico …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *