Colto da infarto muore lavoratore di un salumificio nel Chietino

Un uomo di 57 anni, di origine macedone e residente a Lanciano, è morto mentre lavorava nel salumificio Sorrentino di Mozzagrogna, in località Villa Romagnoli. L’uomo è stato colpito da un infarto fulminante, si è accasciato improvvisamente a terra,  e non c’è stato nulla da fare per salvarlo, nonostante le operazioni di rianimazione sul posto durate circa mezz’ora. Una morte naturale avvenuta sotto gli occhi del figlio. Su disposizione della Procura di Lanciano la salma è stata restituita alla famiglia. Al momento del malore l’uomo stava impacchettando i prodotti aziendali. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Fossacesia.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Furti in casa, quattro condanne

Quattro uomini, tutti di Bari, fra i 35 e i 50 anni ritenuti responsabili di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *