Covid, Pescara e’ da tre settimane la provincia italiana con la piu’ bassa incidenza settimanale di casi

 Pescara e’ ormai da tre settimane consecutive la provincia italiana con la piu’ bassa incidenza settimanale dei casi per centomila abitanti. Il dato al momento e’ pari a 31, lontanissimo dalla soglia di allarme fissata a 250. Solo quattro, nelle ultime 24 ore, i nuovi casi.; si tratta del dato piu’ basso registrato dall’inizio dell’anno. Al secondo posto, con un’incidenza pari a 45, c’e’ la provincia di Rovigo e al terzo Isernia (49). Il Pescarese, nella terza ondata – in Abruzzo partita in anticipo rispetto al resto d’Italia – e’ stato a lungo il territorio piu’ colpito del Paese. Prima che altrove, infatti, tra le province di Pescara e Chieti e, in particolare, nell’area metropolitana del capoluogo adriatico la variante inglese e’ rapidamente divenuta prevalente. La circolazione del virus, complice la variante, e’ stata piu’ sostenuta che mai. Tanto che il 16 febbraio la provincia di Pescara ha registrato il record di nuovi casi, 329, e tre giorni dopo, il 19 febbraio, quello dell’incidenza, che e’ arrivata a 505. Nella stessa data anche Pescara citta’ ha raggiunto il picco massimo, pari a 522. Il territorio e’ rimasto in zona rossa per circa quaranta giorni, dal 15 febbraio al 22 marzo. Ancora migliore del dato provinciale e’ quello del capoluogo adriatico, che ha un’incidenza pari a 23. Solo due, oggi, i nuovi casi registrati in citta’.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Montesilvano, anziana trovata morta in casa dopo un mese

 Dramma della solitudine a Montesilvano, dove una donna di 78 anni e’ stata trovata morta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *