Guardia Costiera di Pescara sequestra 1.500 kg pesce

Maxi sequestro di prodotti ittici ieri in due distinte operazioni della Guardia Costiera di Pescara. In particolare, nel corso dei controlli degli autoveicoli impiegati nel trasporto di prodotti ittici lungo l’autostrada A25, a bordo di un mezzo sono stati trovati e sequestrati 1500 kg di pesce. La merce era priva della documentazione necessaria ad attestarne la provenienza. Il pesce dopo l’attestazione di idoneita’ al consumo umano da parte del personale della Asl, e’ stato poi donato in beneficenza.

Il conducente del mezzo dovra’ invece pagare una multa pari a 1.500 euro. Nella seconda operazione, sono stati sottoposti a sequestro 15 sacchi di vongole appena pescate, per un peso complessivo di oltre 160 Kg. I militari, dopo aver notato che numerosi sacchetti contenenti vongole venivano scaricate da un peschereccio ormeggiato nel porto canale di Pescara e poi immediatamente caricate su un autoveicolo del tutto inidoneo al trasporto di prodotti ittici, hanno bloccato il mezzo. Dai controlli e’ emerso che, oltre al bollo sanitario, mancava il documento che attestasse la tracciabilita’ delle vongole. E’ stato inoltre accertato come il prodotto – oltre a non essere stato sbarcato nella zona portuale adibita allo scopo – superava il quantitativo massimo giornaliero pescabile da ogni singolo peschereccio.

Il comandante dell’imbarcazione e’ stato sanzionato per oltre 2.000 euro, mentre il prodotto ittico e’ stato prima sottoposto a sequestro e poi rigettato in mare

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Sparatoria a Pescara, al setaccio gli smartphone sequestrati nell’indagine

E’ stato conferito l’incarico al consulente tecnico della Procura di Pescara nominato con l’obiettivo di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.