I carabinieri del Nas sequestrano 6 mila mascherine irregolari

Nuovo sequestro di mascherine irregolari in commercio da parte dei carabinieri del Nas di Pescara. In particolare, il titolare di una ditta fornitrice di mascherine, con sede in Lombardia, e’ stato denunciato per aver venduto ad uno stabilimento del Teramano che si occupa della lavorazione di carni avicole, dei dispositivi di protezione individuale risultati irregolari in fase di sdoganamento. Nel corso degli accertamenti, i carabinieri del Nas di Pescara, in collaborazione con i militari di Milano, hanno individuato l’azienda abruzzese, peraltro ignara della frode, ed hanno sequestrato circa 6.000 mascherine irregolari

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coronavirus, indagine della Asl di Pescara sulle code per i tamponi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *