Il Nas sequestra 110 chilogrammi di alimenti in Abruzzo

Sospensione dell’attivita’ di tre imprese alimentari, e oltre 110 kg di vari generi alimentari in cattivo stato di conservazione. E’ il bilancio dei controlli dei carabinieri del Nas di Pescara effettuati nell’ambito di servizi finalizzati al contrasto dell’abusivismo nel settore alimentare. In particolare, sulla costa Teramana i militari, di concerto con il personale della Asl, hanno interdetto l’utilizzo di tre locali utilizzati per l’attivita’ di deposito di un agriturismo perche’ privi di registrazione. Il titolare e’ stato sanzionato per le inadeguatezze igienico sanitarie rilevate, oltre che per l’irregolarita’ della verifica delle procedure di autocontrollo aziendale e le informazioni ai consumatori in tema di allergeni. I 110 kg di generi alimentari sono stati invece sequestrati in una gastronomia, sempre del teramano, perche’ erano tenuti in cattivo stato di conservazione. L’attivita’, inoltre, e’ stata sospesa per le carenze igienico sanitarie rilevate. Sulla costa chietina infine e’ stato controllato un fast food i cui locali erano stati modificati rispetto alle autorizzazioni. Inoltre, era stata abbinata l’attivita’ di asporto a quella di gastronomia, senza la dovuta comunicazione. Anche in questo caso l’attivita’ e’ stata sospese il titolare sanzionato.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coronavirus, indagine della Asl di Pescara sulle code per i tamponi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *