La Guardia di Finanza scopre 18 lavoratori in nero in Val Vibrata

La Guardia di Finanza di Nereto ha scoperto 18 lavoratori in nero impiegati in sei aziende della Val Vibrata. Fra questi anche un soggetto che percepisce il reddito di cittadinanza: nei suoi confronti e’ scattata la segnalazione all’Inps. Nel corso degli stessi controlli le fiamme gialle hanno riscontrato come quattro aziende operanti nei comuni di Corropoli, Colonnella e Sant’Omero, oltre a impiegare lavoratori in nero, non rispettavano le normative anti Covid. All’interno delle strutture, infatti, mancavano detergenti e apparecchi per il controllo della temperatura corporea e non erano stati organizzati spazi utili al mantenimento della distanza di sicurezza tra i lavoratori presenti. Per le imprese e’ scattata quindi la chiusura provvisoria per cinque giorni. Per tutte le societa’ e’ stata inoltrata segnalazione all’Ispettorato territoriale del lavoro di Teramo per l’esecuzione del provvedimento di sospensione dell’attivita’ e contestazione della relativa violazione amministrativa.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Ancora casi nelle scuole di Pescara, oltre 800 persone in quarantena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *