Pescara, blitz in casa di un 24enne scoperto con 430 grammi di cocaina e una postazione per lo spaccio di droga in cucina

Il personale della Squadra Mobile di Pescara ha arrestato un 24enne di Pescara per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. Gli agenti della Sezione Antidroga, durante una perquisizione nell’abitazione di residenza dell’indagato, un alloggio di edilizia popolare dell’ATER, hanno trovato una vera e propria postazione di spaccio in cucina, cogliendo il giovane proprio mentre stava preparando le dosi di stupefacente per la successiva cessione.
Complessivamente, infatti, sono stati sequestrati g. 430.3 di cocaina, suddivisi in 4 confezioni di maggiori dimensioni da cui l’arrestato aveva già realizzato 36 involucri termosaldati da poco più di mezzo grammo. Inoltre, in bella vista sul tavolo della cucina, oltre alla cocaina sono stati rinvenuti gli strumenti per la preparazione del narcotico, come un bilancino di precisione intriso di sostanza stupefacente ed altro materiale utilizzato per la parcellizzazione della droga, a conferma della lavorazione in atto.
Ancora, occultata all’interno di una sacca dentro un armadio, è stata rinvenuta la somma di euro 7.635 in banconote di vario taglio. Gli investigatori, accertata l’assenza di redditi legalmente percepiti da parte dell’arrestato, hanno sottoposto il denaro a sequestro preventivo.
Nell’occasione, è stata data esecuzione anche all’ordine di carcerazione del fratello 21enne dell’arrestato, il quale risultava dover scontare un residuo di pena di 2 anni e 8 mesi a seguito di una condanna per un tentato omicidio commesso da minore nel 2018;
pertanto, anche lui è stato arrestato ed ora si trova in carcere.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Controlli del Nas negli allevamenti, 250 kg di carne sequestrati

Controlli dei carabinieri del Nas di Pescara in alcune aziende di allevamento, macellazione e lavorazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *