Pescara, buoni spesa a Pasqua per famiglie in difficoltà

La giunta comunale ha approvato oggi la delibera che introduce i cosiddetti “Buoni-spesa” in occasione delle festività pasquali, come era già avvenuto in due occasioni analoghe lo scorso anno. La misura, per un investimento complessivo di 188.520,50 euro (in gran parte tratti da risorse dirette dell’amministrazione), rientra tra gli  interventi possibili indicati nell’ordinanza di un anno fa sottoscritta dal Capo del dipartimento della Protezione Civile.

Il provvedimento, in sintesi, riserva il contributo ai nuclei familiari residenti nella città di Pescara e riguarda beni alimentari di “prima necessità” (esclusi i super alcolici), anche per le intolleranze, medicinali, prodotti per la prima infanzia, prodotti per l’igiene personale e della casa, prodotti per animali da affezione.
I beneficiari sono indicati  nei nuclei familiari che hanno già inoltrato richiesta di accesso al contributo nell’ambito dell’Avviso pubblico dello scorso 11 dicembre 2020. Costoro devono aver selezionato, all’epoca, nel modulo di domanda, l’OPZIONE N. 1 riportante “Il proprio nucleo familiare non ha avuto “entrate” (derivanti da reddito da lavoro dipendente, pensione, RDC, NASPI, CIG, mobilita, altre forme di ammortizzatori sociali) superiori a complessivi €1.560,00 nei mesi di ottobre e novembre 2020” e hanno l’ISEE al di sotto di € 8.000,00; sono inoltre
nuclei familiari composti da almeno due componenti.

La delibera approvata oggi stabilisce quale criterio per la determinazione dell’importo da erogare “una tantum”, a titolo di sostegno alimentare, quello del “Numero dei componenti del nucleo familiare”, formulato nel seguente modo:

 Nuclei familiari con due componenti € 100,00

 Nuclei familiari con tre componenti € 150,00

 Nuclei familiari con quattro componenti € 200,00

 Nuclei familiari con cinque o piu componenti € 250,00

I buoni spesa avranno una validità di 30 gg. dalla data di emissione e  saranno spendibili presso gli esercizi commerciali della citta inseriti nell’elenco comunale già istituito a seguito dell’Avviso dello scorso dicembre. I destinatari della misura, già inseriti negli elenchi formatisi a seguito dell’avviso di dicembre 2020, riceveranno un “pin” direttamente sul proprio telefono cellulare, da utilizzare, unitamente al codice fiscale, presso i negozi aderenti all’iniziativa.

 

< L’impatto economico della pandemia si è aggravato – ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali, Adelchi Sulpizio – Il nostro è un segnale di vicinanza a chi soffre per questa situazione e non potevamo certamente restare insensibili di fronte alle richieste di aiuto che ogni giorno ricevo da parte di tantissime persone. Non ritengo che questo risolva i problemi economici dei pescaresi, ci mancherebbe, ma forse sarà utile a far sì che si possano trascorrere feste pasquali più serene>.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Strada dei Parchi sollecita l’approvazione del Pef per le recinzioni in autostrada

Strada dei Parchi SpA, a seguito dei recenti e nuovi episodi di attraversamento della fauna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *