Pescara, Giancarlo Roio eletto Promotore per i diritti del cittadino anziano

Il dottor Giancarlo Roio, 72 anni, già professore presso l’ITC  Aterno/Manthoné di Pescara, quindi docente in enti di formazione e attualmente pensionato, è stato eletto nel ruolo di Promotore per i diritti del cittadino anziano. È questo l’effetto del voto espresso, all’unanimità dei presenti, dal  Consiglio comunale di Pescara nella seduta dello scorso 20 luglio. La figura del Promotore è stata individuata a seguito di avviso pubblico che ha previsto, con varie proroghe, la scadenza allo scorso 30 novembre per l’acquisizione delle candidature. Compito precipuo e prevalente di questa figura, che può agire in piena autonomia di giudizio e di valutazione, è quello di vigilare sull’applicazione della legislazione vigente in materia di tutela della popolazione anziana e, in particolare, come previsto nell’apposito regolamento, “in merito al rispetto dei livelli essenziali di prestazioni concernenti i diritti civili e sociali del cittadino anziano”. Si tratta di una funzione svolta a titolo onorario e di carattere gratuito, della durata di un triennio. Il Promotore dovrà e potrà esprimere, su richiesta, pareri in materia di diritti e tutela degli anziani, proporre suggerimenti e indicazioni ai fini dell’erogazione di servizi migliorativi, segnalare ai servizi sociali e all’autorità giudiziaria  quelle situazioni che richiedano interventi immediati di ordine assistenziale e giudiziario in presenza di fattori di rischio o di danno, proporre infine iniziative di informazione e di promozione culturale.  Va specificato come tale figura potrà intervenire di propria iniziativa o sulla base di segnalazioni scritte, coinvolgendo le strutture preposte e, trascorsi i tempi previsti senza aver ottenuto risposta alle istanze, chiamare in causa il Sindaco, il Presidente del Consiglio Comunale e il Direttore generale.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Acqua, a fine febbraio il punto sulle risorse idriche

Il Presidente dell’Aca Giovanna Brandelli rimanda a febbraio la possibilità di valutare la consistenza della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *