Pirateria digitale, un uomo segnalato e 26 persone sanzionate nel Teramano

La Guardia di finanza di Teramo, a contrasto della pirateria audiovisiva digitale, ha segnalato all’autorità giudiziaria un uomo che tramite il sistema Iptv trasmetteva segnali televisivi su reti informatiche.

Gli utenti finali pagavano il corrispettivo pattuito in contante o effettuando ricariche su carte postepay. Si tratta, in sintesi, di un procedimento con cui alcuni soggetti sono in grado di decriptare il segnale delle pay tv.

Successivamente i codici di decodifica vengono ceduti ai rivenditori che si occupano di venderli a clienti ‘compiacenti’ per vedere, illegalmente, i programmi criptati, anche sportivi, delle più note piattaforme digitali, hanno spiegato dalle Fiamme gialle.

L’attività d’indagine è stata coordinata dalla procura della Repubblica di Teramo e ha consentito d’individuare 26 clienti, dal 2017 a gennaio 2022, sanzionati sotto il profilo amministrativo, quantificando il giro d’affari illecito in 2 mila 400 euro mensili.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Badante ruba un gioiello e lo vende in un compro oro a Teramo

Controlli dei carabinieri intensificati nel teramano che hanno portato a identificare 3 persone che non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *