Ruzzo Reti, bilancio chiuso con un utile di 850mila euro

Il Consiglio di Amministrazione della Ruzzo Reti ha approvato il bilancio d’esercizio con un utile di quasi 850 mila euro al 31 dicembre 2022. Questo risultato è stato raggiunto nonostante l’aumento significativo dei prezzi dell’energia e delle materie prime sui mercati internazionali che, a sua volta, ha comportato maggiori costi per l’Azienda: 3,5 milioni di euro per l’energia elettrica impiegata per il funzionamento degli impianti e circa 500 mila euro per l’acquisto degli additivi chimici utilizzati nei processi di clorazione e depurazione delle acque.

I costi per servizi sono diminuiti grazie ai risparmi sulle analisi chimiche, sulle consulenze, sulle manutenzioni, sullo smaltimento dei fanghi prodotti dai depuratori. Altro dato importante è quello relativo al costo del personale che è sceso di 500 mila euro con un risparmio complessivo di circa 1,2 milioni di euro negli ultimi tre anni, senza influire sulla qualità dei servizi offerti ai cittadini. Tra le voci in diminuzione, ci sono anche quelle relative ai costi per le svalutazioni dei crediti. Nel 2022, l’attività di recupero crediti ha consentito di incassare oltre 9 milioni e 160 mila euro di crediti incagliati con un obiettivo, per l’esercizio corrente, di oltre 10 milioni di euro. Per rendere ancora più efficiente il servizio idrico integrato della provincia di Teramo la Governance guidata dalla presidente Alessia Cognitti, ha lavorato, fin dal primo giorno, per incrementare ulteriormente gli investimenti sul territorio che negli ultimi anni sono quadruplicati, passando dai 3 milioni delle gestioni precedenti ai 12 milioni del 2022.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Furti in centro, due denunciati a Pescara

La polizia di Pescara avrebbe individuato 2 persone ritenute responsabili di diversi furti consumati in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *