Tutte le attivita’ del Distretto sanitario di Chieti Scalo trasferite a Chieti centro

Tutte le attivita’ del Distretto sanitario di Chieti Scalo sono state temporaneamente trasferite nella sede di Chieti centro, nell’ex ospedale in via Tiro a segno 8 dove saranno attive dal 18 novembre. E’ la soluzione individuata dal direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, a fronte delle gravi carenze strutturali e igienico-sanitarie dell’edificio di Chieti Scalo, denunciate da anni da cittadini e rappresentanti delle istituzioni. L’azienda sanitaria del frattempo ha gia’ emanato un avviso, in scadenza il prossimo 29 novembre, per la ricerca di nuovi locali allo Scalo dove ricollocare il Distretto e il Consultorio familiare. ”Le prestazioni di specialistica ambulatoriale prenotate in precedenza per lo Scalo sono state gia’ ricollocate in Centro nella stessa data indicata nel foglio di prenotazione – si legge in una nota dell’Asl. I pazienti sono stati tutti informati e non patiranno ne’ disagi ne’ ritardi negli appuntamenti. Stesso discorso per i prelievi e le attivita’ del Laboratorio analisi, tutte accentrate nell’ex ospedale di via Valignani. Indicazione, quest’ultima, valida anche per gli utenti che finora hanno effettuato i prelievi in ospedale: da lunedi’ tutta l’utenza esterna dovra’ recarsi nel Centro prelievi di Chieti citta’, compresi quanti devono sottoporsi ad accertamento dello stato di alterazione psico-fisica alla guida. Al momento – conclude la nota – continuano a fare riferimento all’ospedale i dipendenti che devono sottoporsi a esami richiesti nell’ambito della Medicina del lavoro e i pazienti in terapia anticoagulante, per quali la riorganizzazione scattera’ in un secondo momento. I pazienti che devono sottoporsi a intervento chirurgico continueranno come sempre a rivolgersi alle unita’ operative di riferimento per gli esami e i controlli pre e post ricovero. Infine per le attivita’ di prenotazione e cassa del Centro unico di prenotazione (Cup) i cittadini possono utilizzare quello dell’ospedale ”SS. Annunziata” e del Distretto sanitario di Chieti centro; quest’ultimo anche per scelta e revoca del pediatra di libera scelte e del medico di medicina generale”

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Speleologi bloccati nella grotta di Risorgenza

Sarebbero 3 gli speleologi bloccati nella grotta di Risorgenza, un ramo secondario della Paritelli, nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *