Venti Daspo emessi dopo la sfida tra Giulianova e Lanciano

Il Questore della Provincia di Teramo, Lucio Pennella, dopo le indagini svolte dalla locale Digos e sulla scorta dell’istruttoria della Divisione Anticrimine, ha emesso 20 provvedimenti di Daspo nei confronti di sette tifosi del Giulianova e 13 del Lanciano, tutti coinvolti negli scontri avvenuti lo scorso 13 marzo all’esterno dello stadio comunale ‘Fadini’, in occasione dell’incontro di calcio valevole per il campionato di Eccellenza. I destinatari del divieto di accesso ai luoghi in cui si svolgono le competizioni sportive, nei mesi scorsi, sono stati denunciati a vario titolo alla magistratura per i reati di rissa, resistenza e lesioni ad un pubblico ufficiale, porto di armi od oggetti atti ad offendere, nonche’ per avere preso parte attiva ad episodi di violenza su persone e cose in occasione dell’incontro di calcio. I divieti sono stati prescritti per una durata da 3 a 8 anni. Alcuni tifosi annoverano precedenti per reati di vario genere e sono stati gia’ destinatari in passato del divieto di accesso ai luoghi in cui si svolgono competizioni sportive; per sette in particolare e’ stata richiesta la misura dell’obbligo di presentazione presso un Ufficio di Polizia.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Inaugurato il laboratorio Dyloan Bond Factory all’Ipsias Di Marzio Michetti

Si alza il sipario sul laboratorio Dyloan Bond Factory all’Ipsias Di Marzio Michetti Luca Sburlati, ceo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *