Bankitalia: per la vendita delle 4 good bank oneri pari a 1,5 miliardi

“La definizione della vendita delle quattro banche rende necessario per il Fondo sostenere ulteriori oneri, il cui valore residuo ammonta a 1,5 miliardi”. Così Carmelo Barbagallo, capo del dipartimento vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia, durante l’audizione davanti alle commissioni Finanze riunite di Camera e Senato. “Utilizzando le norme contenute nella legge di stabilità per il 2016 e nel Regolamento sul Meccanismo unico di risoluzione, con l’approssimarsi della fine del 2016 la Banca d’Italia ha disposto il richiamo di due quote contributive, per un ammontare complessivo pari a 1,5 miliardi”, ha spiegato. Il Fondo nazionale di risoluzione, costituito presso la Banca d’Italia e finanziato da contributi versati da tutto il sistema bancario italiano, “detiene le partecipazioni totalitarie nelle quattro banche in risoluzione: Nuova Banca delle Marche, Nuova Cassa di risparmio di Ferrara, Nuova Cassa di risparmio di Chieti e Nuova Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio, oltre che nella Rev, società costituita per acquisire i crediti in sofferenza trasferiti dalle banche in questione”, ha detto ancora il capo della vigilanza di via Nazionale.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Banda larga, Abruzzo al primo posto per avanzamento dei lavori

“Con 106 terminati e 174 in esecuzione, l’Abruzzo, secondo i dati pubblicati dal sito bandaultralarga.italia.it, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *