Bussi, nuova fase di rilancio del sito chimico

L’assessore allo Sviluppo economico della Regione Abruzzo, Mauro Febbo, è intervenuto a Bussi sul Tirino  nella sede della Società Chimica Bussi, all’installazione delle apparecchiature relative al nuovo impianto di clorito di sodio. Azienda chimica attiva essenzialmente nella lavorazione di inorganici di base come il cloro e suoi derivati. La Società Chimica Bussi produce e commercializza anche una linea ecologica di prodotti sbiancanti e disinfettanti. “Stiamo parlando di una realtà estremamente importante per questo comprensorio – ha commentato l’assessore Mauro Febbo – visto che l’investimento complessivo nella fase 2 ammonterà a circa 25 milioni di euro, di cui circa 15 finanziati da Invitalia”. La pianificazione operativa di questo progetto prevede di completare la costruzione dell’impianto di clorito di sodio e di assumere circa 25 nuove unità lavorative entro il prossimo mese di dicembre avviando la sua produzione a regime nel primo trimestre del 2020. “Così, dopo la lunga e triste pagina segnata dalla discarica dei veleni – ha proseguito Febbo – si è conclusa la fase 1, culminata con la messa in sicurezza dell’assetto produttivo e delle maestranze da parte della Società Chimica Bussi. Adesso, invece – ha concluso – si stanno concretamente creando le premesse per far rilanciare questo importantissimo sito chimico”.

“Finalmente si comincia a sentire parlare di Bussi non in maniera negativa ma con uno sguardo ambientalista positivo e proteso verso il futuro”. Lo ha detto il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, dopo l’inaugurazione del cantiere di Bussi avvenuto questa mattina. “Le tre parole che sono state ribadite dai vertici della Società Chimica Bussi spa, in occasione dell’inaugurazione dell’ultima parte del cantiere per la realizzazione dell’impianto di clorito di sodio per la depurazione e la potabilizzazione delle acque anche a livello globale, cioè responsabilità, sostenibilità e innovazione – aggiunge Marsilio – rappresentano un forte segnale di cambiamento. Le mie congratulazioni all’intero management che ha saputo trasformare un importante luogo d’Abruzzo, in passato conosciuto per i veleni in un un impianto tecnologicamente avanzato capace anche di generare nuova occupazione. La Regione Abruzzo – ha concluso il presidente – sosterrà con il proprio impegno istituzionale ogni progetto teso a migliorare l’ambiente e la qualità della vita”

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Turismo, presenze in calo del 40,7 per cento

I dati sul turismo nel 2021 mostrano un calo del 40,7% delle presenze rispetto al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *