Calascio, una scuola orafa che avrà l’obiettivo di formare i giovani

A Calascio nascerà una scuola orafa che avrà l’obiettivo di formare i giovani. È questo l’intento dei maestri orafi pescaresi Giampiero e Fabio Verna. Se n’è parlato sabato al convegno  a Santo Stefano di Sessanio che ha visto il “Cherubino”, gioiello di Calascio e della Baronia di Carapelle, protagonista del dibattito. “Il ‘Cherubino’ ha avuto molto seguito in questi anni – ha detto Giampiero Verna nel corso dell’incontro – un regista ci ha addirittura proposto un cortometraggio sul nostro gioiello. E ancora un compositore ci ha chiesto di realizzare un’opera musicale, ma la cosa a cui teniamo molto al momento è la realizzazione di una scuola orafa a Calascio per insegnare questo antico mestiere ai giovani”. “La tradizione è importante – ha aggiunto – ma bisogna sempre accostarla a nuove idee affinché possa durare negli anni. Un altro progetto che intendiamo realizzare è un museo diffuso dove esporre tutti gli oggetti antichi che io e mio fratello abbiamo raccolto nella nostra vita in giro per l’Italia e per il mondo”.

L’iniziativa, organizzata dai fratelli Verna, è stata patrocinata dalla Fondazione Genti d’Abruzzo, dall’Ente mostra dell’Artigianato artistico di Guardiagrele, e da Sextantio Group. Hanno partecipato al dibattito anche Ermanno De Pompeis, conservatore del Museo delle Genti d’Abruzzo, Gianfranco Marsibilio, presidente Ente Mostra dell’Artigianato Artistico di Guardiagrele. Presente anche Annunziata Taraschi, antropologa e anima di Sextantio.

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

I Laboratori del Gusto di Slow Food Lanciano e Gal Maiella Verde ad Art, bike & Run

Art Bike & Run + Wine sarà anche una grande festa del gusto alla scoperta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *