Commissione europea, 407 milioni di euro per le imprese nei comuni del cratere 2009 e 2016

Via libera dalla Commissione europea allo schema di aiuti italiano da 407 milioni di euro a sostegno delle imprese attive nei comuni colpiti dai terremoti del 2009 e 2016 nel contesto della pandemia di coronavirus e dell’invasione russa dell’Ucraina. Il regime, che è stato approvato nell’ambito del quadro temporaneo degli aiuti di Stato e del quadro temporaneo di crisi, sarà aperto alle imprese di tutte le dimensioni che hanno sede in alcuni comuni delle regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo. La misura mira a ridurre il rischio di perturbazione economica cui sono esposte le imprese che hanno una sede legale o operativa nei comuni interessati, che risentono in modo significativo degli effetti socioeconomici della crisi dovuti alla pandemia di coronavirus e all’invasione russa dell’Ucraina. Nell’ambito del regime, il sostegno pubblico assumerà la forma di sovvenzioni dirette e prestiti agevolati e non supereranno i 400.000 euro per impresa.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Appalti, il Cipess approva l’aggiornamento dei prezzi, +1,5 miliardi

Il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica e lo Sviluppo Sostenibile (Cipess) ha approvato l’aggiornamento …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.