Credito, prestiti bancari a quota 21,2 miliardi di euro in Abruzzo

A quota 21,2 miliardi di euro, a marzo 2023, i prestiti bancari erogati all’economia abruzzese (in crescita dell’1,6% rispetto ad un anno prima). Lo comunica l’Abi Abruzzo in un comunicato.

Primo trimestre con valori significativi, dunque sulla base dei dati più aggiornati, in cui il credito è cresciuto e ha visto destinare alle imprese 10,4 miliardi di euro (in aumento dell’1,1% rispetto allo stesso periodo del 2022); alle famiglie circa 9,6 miliardi di euro (+2,7%). Sempre a marzo 2023, per quanto riguarda la rischiosità, l’incidenza delle sofferenze lorde sul totale dei finanziamenti era pari al 3,1% per un totale di 650 milioni di euro.

In tema di fondi agevolati, in particolare, e di sinergie banche-imprese, il presidente della Commissione regionale Abi Abruzzo, Antonio Brughitta ha evidenziato ”l’esperienza positiva del Fondo di garanzia Pmi che tra gennaio e metà luglio 2023 ha registrato nella Regione 2.948 operazioni accolte, attivando oltre 568 milioni di euro di nuovi finanziamenti”. In questo quadro, è stato evidenziato, l’attività del Fondo di garanzia assume una grande rilevanza nel momento in cui si registra un’accresciuta capacità di autofinanziamento delle imprese. Fondamentale, pertanto, anche il contributo aggiuntivo delle Sezioni speciali regionali con l’obiettivo di incrementare le percentuali di copertura del Fondo su tutte le diverse tipologie di operazioni di finanziamento.

”In un contesto di previsioni macroeconomiche che segnalano per il 2023 in corso un miglioramento del clima di fiducia delle imprese e un graduale superamento delle difficoltà legate ai prezzi dell’energia e all’approvvigionamento di beni intermedi, è anche fondamentale rafforzare la collaborazione tra le banche del territorio e la Finanziaria Regionale Abruzzese per ottimizzare la gestione dei vari strumenti agevolativi e veicolare la liquidità alle imprese in modo corretto e tempestivo”, sottolinea il presidente della Commissione regionale Abi Abruzzo, Antonio Brughitta, nel corso della relativa riunione,  cui ha preso parte il Presidente della ”Fira”, Giacomo D’Ignazio. Un’occasione di confronto sullo sviluppo delle imprese con la Finanziaria Regionale che ”rappresenta lo strumento di attuazione della programmazione economica regionale anche con l’obiettivo di svolgere operazioni finalizzate a facilitare l’accesso al credito delle Pmi abruzzesi attraverso forme di sostegno diretto e indiretto”. A tal fine, il confronto potrà proseguire in specifici Tavoli tecnici attivati dalla Regione anche allo scopo di definire nuovi strumenti finanziari.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Export, nel Mezzogiorno dati positivi per l’Abruzzo

Nel 2023, la composizione territoriale dell’export italiano ha registrato modifiche significative, con il Mezzogiorno che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *