Ecomob si chiude con 10mila presenze

Si chiude con numeri importanti la terza edizione di Ecomob, unica expo di cultura eco sostenibile del centro-sud Italia, nonché uno dei pochi eventi tematici in questo periodo di emergenza Covid. La manifestazione si è tenuta nello spazio espositivo del Marina di Pescara dal 4 al 6 settembre scorsi, per tre giorni dedicati a mobilità sostenibile, cicloturismo, ecologia ambientale.

E le diecimila presenze sono motivo di soddisfazione e spinta verso la prossima edizione. Cinquanta gli espositori che hanno rappresentato più di cento brand del settore. “Un numero crescente di espositori e brand che si presentano con Ecomob. Peraltro professionisti abituati a fiere internazionali, piacevolmente colpiti dall’accoglienza della città, dall’organizzazione e dall’interesse manifestato dal pubblico nei confronti dei loro prodotti – commenta Gianluca Giallorenzo, responsabile marketing di Ecomob -. Oltre a expo, incontri e test dei veicoli, Ecomob, inoltre, è un evento diffuso che presenta il territorio a operatori professionali”.

Fra le regioni di provenienza degli espositori, Lombardia, Lazio, Emilia Romagna, Marche, Veneto, Calabria, Puglia, oltre all’Abruzzo.

“Ecomob ha rappresentato, in questi giorni più che mai, un luogo privilegiato per discutere di innovazione, mobilità alternativa e turismo attivo, temi prioritari per il recovery fund e per la stabilizzazione economica del Paese – commenta Gennaro Strever, presidente della Camera di commercio Chieti Pescara -. E’ stata una occasione per far conoscere al grande pubblico le iniziative che l’ente sta portando avanti per la costruzione della destinazione turistica Costa dei Trabocchi, chiamando a raccolta tutti gli attori impegnati in un progetto così ambizioso. Il partenariato pubblico e privato può rappresentare una delle vie più efficaci per la crescita dei territori ed è per questo che iniziative fieristiche come quelle di Ecomob, in cui le istituzioni incontrano le imprese, possono risultare particolarmente vantaggiose”.

E ottimi risultati sono stati raggiunti anche da Active Abruzzo tra vocazione e destinazione, organizzato da Cna Turismo Abruzzo e Camera di Commercio di Chieti-Pescara all’interno di Ecomob 2020. L’evento, dedicato alla vacanza attiva – fortemente portata ad utilizzare “modalità” ecologiche – ha visto una grande partecipazione di pubblico, gran parte del quale costituito da operatori professionali della nostra regione. “A decine – dice il coordinatore regionale di Cna Turismo, Gabriele Marchese – hanno avuto modo, attraverso un incontro diretto di business, il “b2b”, di mettere a confronto le proprie esperienze e proposte con quelle dei dodici operatori internazionali, ospiti di Active, che per l’intero week-end hanno battuto l’Abruzzo palmo a palmo, visitandolo in bici, in barca, in canoa o a piedi. Raggiungendo alcuni degli scenari più suggestivi del nostro territorio montano, naturale o marino, ma anche facendo tappa in alcune punte d’eccellenza della nostra offerta eno-gastronomica. E il convegno che ha visto la loro presenza, assieme a quella di diversi esponenti del mondo istituzionale regionale – conclude – è servito a fare il punto sul modo di sviluppare una sinergia positiva tra pubblico e privato per la messa a punto di pacchetti turistici forti dedicati al nostro territorio”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

De Cecco, investimenti per 70 milioni e 60 assunzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *