Maltempo, Cna chiede lo stop alle tasse per 6 mesi

Sospensione per almeno sei mesi di tutte le imposte nelle zone colpite dalla recente ondata di maltempo; piano di rilancio dell’immagine turistica dell’ Abruzzo, a cominciare dalla montagna, uscita fortemente compromessa dalle tragiche vicende degli ultimi giorni; messa a punto di piani di emergenza e prevenzione, che devono diventare parte sostanziale della comunicazione rivolta a una platea piu’ vasta possibile. Sono le tre mosse secondo la Cna Abruzzo necessarie per rilanciare le sorti del turismo regionale, dopo l’ondata di maltempo che ha interessato l’Abruzzo, con il dramma di Rigopiano e la tragedia dell’elicottero del 118 precipitato. Il punto nel corso dell’assemblea degli operatori turistici. Il responsabile nazionale di Cna Balneatori, Cristiano Tomei, ha parlato di “azioni senza le quali l’Abruzzo rischia davvero di veder seriamente compromesse le sue chance nel mercato globale dell’offerta turistica, perche’ la combinazione tra neve, gelo, terremoto e disservizi rischia di assestare all’Abruzzo un colpo da cui sara’ difficile risollevarsi”.

Problemi, criticita’ e danni, ha evidenziato Tomei, che hanno colpito in egual misura tanto la costa quanto la montagna e l’entroterra. “Gravissimi” i danni provocati dai disservizi legati alla sospensione di acqua o energia elettrica. Priorita’ degli operatori turistici e’ il nodo delle tasse, il cui pagamento “va sospeso da parte di imprese che hanno patito disdette delle prenotazioni, chiusura delle attivita’, voragini nei fatturati”. Poi occorrera’ un lavoro importante “sull’ immagine di un territorio uscita malconcia dalle vicende degli ultimi giorni: disservizi e sciagure, rilanciati dal grande clamore mediatico suscitato dalle tragedie che hanno colpito l’ hotel Rigopiano prima, l’elicottero del 118 a Campo Felice, poi, hanno rischiato di trasferire nell’immaginario collettivo l’idea di un territorio da cui e’ meglio stare lontani”. “Occorre lavorare soprattutto sul fronte della sicurezza e della relativa informazione – ha osservato Tomei – con strumenti di comunicazione innovativi su viabilita’ e sicurezza delle strade cosi’ come sui piani neve. Insieme, ovviamente, alle informazioni legate alla sicurezza e alla gestione delle eventuali emergenze”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Superbonus 110 per cento, l’analisi di Ance Abruzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *