P.A, svolta digitale è positiva per il 75% degli italiani

typing, mac

La svolta digitale viene considerata positiva dal 75% dei cittadini italiani di ogni fascia d’eta’. E’ quanto emerge dalla ricerca “Italiani e digitale”, condotta dall’Istituto Piepoli e presentata a Roma, nel parlamentino del Cnel di Villa Borghese, nell’ambito dell’incontro organizzato da Fondazione Italia Digitale in collaborazione con FlixBus sul tema “Servizi pubblici digitali, opportunita’ e nuove sfide. Dai trasporti alla sostenibilita’ fino al nuovo rapporto tra PA e cittadino”. Dall’analisi dei dati raccolti emerge una fiducia anche nel rapporto con l’informazione proveniente dal web e dai social, affidabile per il 64% del campione, e nel grado di sicurezza dei servizi digitali offerti, 80%. Tra i canali piu’ utilizzati al primo posto restano i siti web e le app (60%) seguiti dagli sportelli fisici (25%) e dai social network, che continuano la loro scalata inarrestabile tra le modalita’ preferite di contatto tra PA e cittadino (21%). Ottima anche la percezione del fenomeno della digitalizzazione, vista come semplificazione (48%) e dello smart working che viene sentito come un’opportunita’ per rendere l’organizzazione del lavoro piu’ flessibile e moderna (73%) e come mezzo per favorire l’integrazione delle categorie piu’ fragili (84%). A tal proposito e per mettere a sistema tutto quello che e’ stato fatto finora per il 90% degli italiani e’ necessario un ampio piano nazionale di cultura digitale, la cui caratteristica predominante deve essere la facilita’ e semplicita’ (35%).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Acea acquisisce il polo Cirsu di Grasciano

Acea si è aggiudicata, tramite la controllata Acea Ambiente, il ramo d’azienda denominato “Polo Cirsu”  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.