Reddito di cittadinanza da aprile 2019 erogati 25,9 miliardi di euro

Da aprile 2019 a settembre 2022 sono stati erogati circa 25,9 miliardi di euro per il Reddito e la pensione di cittadinanza: è quanto emerge dall’Osservatorio sul Reddito di cittadinanza appena pubblicato sul sito. Secondo le tabelle nel primo anno di introduzione della misura contro la povertà sono stati erogati 3,9 miliardi mentre nel 2020 la spesa ha superato i 7,14 miliardi. Nel 2021 anche a causa delle difficoltà economiche legate alla pandemia la spesa ha superato gli 8,8 miliardi mentre nel 2022 la spesa tra gennaio e settembre ha superato i 6 miliardi.

A settembre sono stati quasi 1,16 milioni i nuclei che hanno percepito il Reddito o la Pensione di cittadinanza, per 2,45 milioni di persone coinvolte. L’importo medio mensile risulta di 550,54 euro. E’ quanto risulta dal relativo Osservatorio Inps, pubblicato sul sito. Il 64,7% delle famiglie beneficiarie risiede nel Sud e Isole (oltre 750 mila per quasi 1,7 milioni di individui), il 20,2% al Nord (234 mila famiglie per 430 mila persone coinvolte) e il 15% al Centro (174 mila famiglie per 328 mila individui).

L’importo medio varia con il numero dei componenti il nucleo familiare e va, nel mese di settembre, da un minimo di 454 euro per i nuclei costituiti da una sola persona a un massimo di 736 euro per le famiglie con cinque componenti. La platea dei percettori di Reddito e Pensione di cittadinanza è composta da 2,16 milioni di cittadini italiani, 208mila cittadini extra-comunitari e quasi 84mila cittadini europei. Per i nuclei con presenza di minori (358mila, con 1,28 milioni di persone coinvolte), l’importo medio mensile è di 682 euro, e va da un minimo di 592 euro per i nuclei composti da due persone a 742 euro per quelli composti da cinque persone. I nuclei con presenza di disabili sono 199mila, con 443mila persone coinvolte. L’importo medio è di 492 euro, con un minimo di 388 euro per i nuclei composti da una sola persona a 701 euro per quelli composti da cinque persone.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Auto, nel 2023 buona partenza ma rispetto al 2019 il calo e’ del 22,4%

Il mercato dell’auto a gennaio fa segnare un +18,96% rispetto a gennaio 2019 ma rispetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *