Rinnovabili, si punta a distretti industriali ‘ecologicamente attrezzati’

“Sosteniamo con azioni concrete l’operato fondamentale di Arap che ha permesso a dieci grandi aziende sensibili al tema di conoscere le tendenze globali sul tema delle energie rinnovabili e dell’idrogeno. Sono fiero anche delle occasioni di business create tra le stesse aziende e i big del pianeta, segno di un attivismo positivo del sistema regionale. Tutto ciò contribuirà a creare quei distretti industriali ‘ecologicamente attrezzati’ su cui Arap sta scommettendo”. Così l’assessore regionale all’Energia Nicola Campitelli, sulla spedizione abruzzese al summit mondiale sul clima e le energie rinnovabili Cop28 in corso di svolgimento a Dubai.

In particolare, nella missione coordinata e supportata dalla Regione Abruzzo con l’Assessore all’Energia, 10 aziende abruzzesi attive nei settori delle energie rinnovabili ed i vertici di Arap, partecipano ai lavori del 13° Energy summit dal titolo “Time for climate action. Dagli annunci ai progetti tangibili”. Il gruppo abruzzese è al fianco del board dei soci di DII Desert Energy, il consorzio internazionale dei principali attori mondiali nel campo delle energie rinnovabili e dell’idrogeno, del quale l’Arap è entrata a far parte lo scorso anno all’Expò di Dubai proprio per avviare un percorso che ha come finalità la produzione dell’idrogeno verde nei distretti industriali gestiti dalla stessa Azienda per le attività produttive. Le aziende che hanno partecipato alla manifestazione di interesse lanciata da Arap, stanno prendendo parte a convegni e approfondimenti sul tema ed avendo incontri diretti con i principali soci di DII, come Acwa Power, Enowa Neom, Thyssenkrupp, E-On, Bosch, Engie, Hyundai.

Le principali imprese abruzzesi che sono intervenute figurano Walter Tosto Spa, Stellantis Europe Spa – Atessa Plant, Blunova Spa, Aumatech Srl, Comec Innovative e Infinte Green Energy Italia Spa. “Siamo particolarmente soddisfatti di questa missione – spiega il direttore generale di Arap, Antonio Morgante -. Sono con noi importanti realtà imprenditoriali e professionali del nostro Abruzzo desiderose di comprendere dal vivo come il mondo si stia muovendo in tema di sostenibilità ambientale. Per Arap quella di coniugare produzione e ambiente è una sfida che vogliamo vincere. Le nostre aree industriali dovranno essere sostenibili, connesse e in grado di rendere i servizi essenziali per la produzione al minor costo possibile, sia in termini economici che ambientali”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Legambiente: I grandi impianti a fonti rinnovabili vanno fatti subito

In Italia strada tutta in salita per i grandi impianti a fonti rinnovabili “schiacciati” da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *