Chiama il Soccorso Alpino perché il padre non risponde al telefono nell’escursione in Friuli e lo fa salvare

Una telefonata notturna ha permesso di salvare il padre, caduto rovinosamente in montagna. E’ quella fatta da un uomo di Pescara che ha allertato il Cnsas Fvg perche’ il padre, che percorreva il “Cammino Celeste” non aveva comunicato il proprio arrivo alla tappa prefissata. L’allarme e’ scattato attorno a mezzanotte – tramite i Carabinieri di Pescara, che hanno richiesto l’ausilio dei colleghi di Cividale – e il ritrovamento e’ avvenuto verso le 8 di oggi: l’escursionista aveva sbagliato sentiero ed e’ caduto per diversi metri riportando alcuni seri traumi. Le squadre di Udine del Soccorso Alpino, che lo hanno individuato e affidato all’elisoccorso che lo ha portato in ospedale. Ieri sera l’uomo sarebbe dovuto arrivare al Rifugio Ana Monte Aperta, attraverso il sentiero 711. Abitualmente il padre chiama il figlio ogni sera. Non sentendo il genitore, l’uomo ha lanciato l’allarme: una velocita’ di intervento che ha probabilmente salvato la vita al papa’, considerati i politraumi rimediati nell’incidente.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Anziana sventa una truffa fermando una pattuglia dei carabinieri in strada

Una truffa del pacco è stata tentata ai danni di un’anziana a Raiano. Col trucco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.