Affitti per studenti, offerta in calo del 45 per cento

L’analisi condotta dall’Ufficio studi di Idealista traccia il focus sul mercato delle stanze per studenti in Italia, rivelando una netta riduzione del 45% nell’offerta di stanze in affitto rispetto all’anno precedente, associata ad aumenti dei prezzi in molte delle principali città italiane.

L’età media di coloro che cercano stanze in case condivise è in costante aumento, passando da 32 anni nel 2022 a 34 anni nel corso del 2023. Un confronto con il 2019 -l’ultima analisi svolta prima della pandemia- l’età media dei locatori si attestava sui 29 anni. La tendenza al calo dell’offerta delle stanze si manifesta in modo particolarmente accentuato in alcune città, tra cui spiccano Venezia (-86%) e Trento (-81%). Anche le principali città italiane non sono state risparmiate, con cali significativi registrati a Milano (-70%), Roma (-65%), Bologna (-61%) e Napoli (-44%). Napoli, tuttavia, mostra un calo leggermente inferiore rispetto alla media nazionale. In controtendenza, alcune città stanno sperimentando un incremento dell’offerta di stanze per studenti. Tra queste spiccano Brescia (136%), Sassari (83%) e Forlì (71%). I

n crescita anche Catanzaro (36%), Modena (27%) e Treviso (6%). Prezzi di richiesta in aumento dell’1.4% nell’ultimo anno in Italia. Ma in relazione al forte calo dell’offerta è analizzando i singoli mercati che si evidenziano le variazioni di prezzo più marcate: Bergamo (27%), Firenze (26,6%), Torino (25%), Genova (16,7%), Verona (14,3%), Bari (11,1%), Padova (10,3%) e Milano (10%) segnano incrementi a doppia cifra. Aumenti anche a Roma e Napoli (entrambe 9,4%). Milano resta la città più cara per studenti e lavoratori fuorisede con 570 euro di media per la stanza davanti a Torino. Seguono Firenze e Brescia (490 euro per entrambe), quindi Bergamo (470 euro), Roma (460 euro), Bologna e Padova (entrambe 450 euro) per citare le più care. Le più economiche sono invece Reggio Calabria (180 euro), Catania (220 euro), Messina (220 euro), Pescara e Ancona (entrambe 230 euro).

Il profilo di chi condivide l’abitazione in Italia 34 anni di età media. Non ammettono animali in casa, in maggioranza non sono fumatori e si concentrano per lo più nei centri delle grandi città. Roma (16,4%), seguita da Milano (7,4%) e Torino (6,2%) sono i capoluoghi con la maggiore presenza di stanze in affitto; da sole rappresentano circa un terzo dell’offerta nazionale. Seguono Napoli (2,9%), Catania (2,4%), Firenze e Bologna (entrambe 2%), quindi il resto dei centri con percentuali sempre più marginali.

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Fisco, con le agevolazioni perdita di gettito passata da 54 a 105 miliardi per l’Upb

Negli ultimi anni il numero delle agevolazioni fiscali è aumentato ulteriormente: tra il 2018 e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *