Cna, il 46,2% degli imprenditori si fida della Ue

Il 46,2% di imprenditori e artigiani esprime un giudizio positivo  nei confronti dell’Unione Europeamentre la quota di “sfiduciati” si ferma al 44%, gli indecisi al 9,8%. E’ quanto emerge da una indagine realizzata dalla Cna alla quale hanno partecipato oltre 1.600 imprese assicurando un campione rappresentativo dei settori di attivita’, distribuzione geografica e per classe dimensionale d’impresa. Il 63% degli intervistati tuttavia considera un fatto positivo l’appartenenza all’Unione Europa mentre per il 26,2% e’ negativo e per il 7,6% irrilevante. Il livello di fiducia delle imprese verso le istituzioni europee e’ sostanzialmente stabile rispetto alla rilevazione in occasione delle elezioni per l’Europarlamento del 2019 ed e’ leggermente superiore al 43% dell’ultima indagine dell’Eurobarometro presso l’opinione pubblica italiana. Piu’ in dettaglio si osserva che la fiducia tende a crescere tra le imprese piu’ strutturate (53,5% tra quelle con piu’ di 10 addetti) e soprattutto nelle imprese del Mezzogiorno (55,3%). L’indagine inoltre ha rilevato il sentiment degli imprenditori su alcuni ambiti di possibile evoluzione dell’azione comunitaria. Il rafforzamento della politica estera comune incontra il favore del 66,6% degli intervistati, il 68,5% per quanto riguarda la politica energetica. Oltre tre imprenditori su quattro sostiene l’esigenza di una difesa comune a livello europeo. Davanti a temi specifici emerge una maggiore percezione del ruolo che l’Ue potrebbe o dovrebbe svolgere.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Fisco, con le agevolazioni perdita di gettito passata da 54 a 105 miliardi per l’Upb

Negli ultimi anni il numero delle agevolazioni fiscali è aumentato ulteriormente: tra il 2018 e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *