In arrivo oltre 2mila ispettori del lavoro

Il governo assicura oltre 2mila ispettori in più e “nuovi” strumenti in arrivo. Mentre i sindacati chiedono una svolta e propongono subito un accordo per fronteggiare “un’emergenza nazionale”. L’ultimo periodo è stato funestato da troppe morti sui luoghi di lavoro – il caso della giovane Luana è emblematico – e così esecutivo e parti sociali provano a fare asse per tamponare una situazione gravissima, con l’Inail che ha registrato nel 2021 una media di due vittime al giorno. “C’è un provvedimento già avviato per l’assunzione di 2.100 unità di personale all’Ispettorato del lavoro”, annuncia il ministro del Lavoro, Andrea Orlando durante il tavolo in videocall con i leader di Cgil, Cisl e Uil. Secondo quanto si apprende da fonti presenti al tavolo, il titolare di via Veneto avrebbe parlato di un “monitoraggio” in corso sugli organici, ribadendo come sia “necessario fare fronte comune”. Dal Ministero della Salute Roberto Speranza dà manforte al collega e rilancia: “La sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro devono essere una priorità”. E ancora: “Lo spirito di unione e di collaborazione messo in campo tra governo, lavoratori e imprese in questi mesi per i protocolli anti Covid-19 devono animare una nuova stagione che contrasti gli infortuni e le morti sul lavoro”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Bocconi, Polimi e Luiss sono le università che prospettano le retribuzioni migliori

 Le università che prospettano le retribuzioni migliori sono: l’università Commerciale Luigi Bocconi (34.662 euro; +15,8% …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *