In Italia il 42 per cento dei bambini tra i cinque e i nove anni e’ obeso o in sovrappeso

 In Italia il 42 per cento dei bambini tra i cinque e i nove anni e’ obeso o in sovrappeso, con un risultato che e’ il peggiore dell’Unione europea, dove la media e’ del 29,5 per cento, e un impatto potenzialmente devastante sulla salute delle giovani generazioni. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sul Rapporto 2022 dell’ufficio europeo dell’Organizzazione mondiale della Sanita’ (Oms), diffusa in occasione della seconda Festa dell’educazione alimentare della Pace, organizzata dalle donne della Coldiretti a Roma a Villa Celimontana, trasformata in una maxi fattoria per aiutare i piccoli ospiti a superare lo stress provocato dalla guerra e dalla pandemia, con il troppo tempo passato davanti alla tv, che hanno inciso sul fisico e sulla psiche. Una situazione che ha aggravato un fenomeno allarmante – sottolinea Coldiretti – poiche’ i numeri evidenziano come i problemi di peso interessino nel nostro Paese proprio i giovani. Nella fascia di eta’ tra i sette e i nove anni si registra, infatti, un 41,9 per cento obeso in sovrappeso rispetto a una media comunitaria del 29 per cento, e in quella tra i 10 e i 19 anni la percentuale e’ del 34,2 per cento, rispetto al 24,9 per cento degli adolescenti europei. La diminuzione forzata dell’attivita’ fisica e il maggior tempo passato in casa e davanti alla tv in due anni di pandemia – precisa Coldiretti – si sono aggiunti all’adozione di modelli sbagliati di consumo all’interno dei nuclei familiari con il preoccupante abbandono dei principi della Dieta mediterranea. Basti pensare che ben sei adolescenti italiani su dieci non mangiano ne’ frutta ne’ verdura ogni giorno, secondo l’analisi Coldiretti su dati Oms, aumentando cosi’ i rischi legati all’obesita’ e alle malattie ad essa collegate.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coldiretti, il 20% vongole soffoca nel delta del Po senz’acqua

La siccita’ con la mancanza di acqua per garantire il ricambio idrico e l’aumento della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.