La fiducia dei consumatori a giugno cresce rispetto a maggio

La fiducia dei consumatori a giugno cresce rispetto a maggio e passa da 94,3 punti a 100,6. Lo rileva l’Istat. Tutte le componenti del clima di fiducia dei consumatori sono in crescita, seppur con intensita’ diverse. L’aumento e’ marcato per il clima economico (da 72,9 a 87,2) e per il clima futuro (l’indice passa da 93,1 a 105,6) mentre il clima personale e quello corrente registrano incrementi piu’ contenuti (da 100,9 a 104,5 e da 95,0 a 96,4, rispettivamente).

“I dati sulla fiducia delle imprese e dei consumatori per il mese di giugno – scrive l’Istat – evidenziano i primi segnali di ripresa dopo il crollo record registrato nei mesi precedenti. L’aumento dell’indice riferito alle imprese e, in particolare, delle loro aspettative, e’ diffuso a tutti i settori, pur permanendo su livelli storicamente contenuti dei diversi indicatori. L’indice della fiducia dei consumatori migliora in modo evidente, trainato dal recupero del clima personale e di quello futuro che si situano entrambi al di sopra del basso livello raggiunto a marzo 2020”. Nel complesso la fiducia dei consumatori recupera i livelli di marzo (era a 100,1) ma resta lontana dai livelli di febbraio (110,5). La preoccupazione maggio e’ per il clima economico con la fiducia a 87,2 punti, in crescita rispetto ai 72,9 di marzo ma lontana dai 121,7 di febbraio. Per la fiducia delle imprese del settore manifatturiero l’indice e’ a 79,8, in risalita su maggio ma lontano di quasi 20 punti dai 98,6 di febbraio, Per le imprese del commercio il clima e’ migliorato da 68 di maggio a 79,1 ma resta lontano dai 107,1 punti di febbraio.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Vino, prezzi delle uve per il Montepulciano aumentati del 2%

In occasione del Vinitaly, BMTI ha presentato la sua analisi sull’andamento dei prezzi delle uve …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *