Bilancio Aca, contrario il voto del sindaco di Francavilla al Mare Luciani

Dichiarazione del Sindaco di Francavilla Antonio Luciani in merito all‘Assemblea Aca di approvazione del Bilancio che si è tenuta nella giornata di oggi.

“Non voglio parlare di politica e voglio fare il populista dicendo che sono tutti uguali! Ora vi parlo del nostro Stato e delle società pubbliche. Vi parlo di Aca, di Ersi, di società di revisione, di bilanci, di nuove tariffe dell’acqua, di emergenza covid e di extramorosità. Tante parole incomprensibili e quindi ve la faccio semplice. Ho votato CONTRO l’approvazione di un bilancio che prevede l’incasso di 16 milioni di euro per conguagli 2018/2019 che pagheremo noi cittadini. Con l’ulteriore beffa che di questi 16 milioni, oltre 5 l’Aca li pagherà allo Stato per le tasse. Burocrazia, uno Stato assurdo che tassa se stesso e noi cittadini che non ce la facciamo più. Sono contento di aver trovato in linea con le mie posizioni i colleghi sindaci di Spoltore e San Giovanni Teatino. Per non parlare, infine,  della “pezza a colori” di alcuni colleghi di centrodestra, il tentativo di produrre un documento presumibilmente sottoscritto da sindaci ma col sottoscritto mai condiviso, e dal quale completamente mi dissocio.  Unica nota positiva? Il servizio del’Aca: quello funziona… o no? E soprattutto, la politica con la P maiuscola, dove è finita? W l’acqua pubblica”.
In allegato un momento dell’assemblea, che si è svolta via piattaforma web e di seguito il link ad un estratto dell’intervento del primo cittadino.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Udc Abruzzo chiede test gratuiti per il coronavirus agli studenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *